Edilizia 4.0 secondo Claudio De Albertis governo dei processi aziendali e costruttivi

In omaggio al Presidente della Triennale, deceduto lo scorso 3 dicembre, pubblichiamo nell’edizione digitale della rivista Dirigenti Industria l’articolo stampato lo scorso luglio, a memoria dell’intervento di Claudio De Albertis in occasione del convegno “Industry and People 4.0” seguito all’assemblea ALDAI di maggio.

Il comitato di redazione Dirigenti Industria.

L’unica certezza, oggi, è che la risposta al cambiamento sta nella creatività, intesa come capacità di superare i vecchi schemi e di individuare e mettere in campo nuovi modelli più adeguati a un mondo in rapida trasformazione.
Un principio, questo, che a mio parere si applica a qualunque settore dell’industria, delle professioni e della vita di ciascuno di noi, e su cui si gioca la possibilità di non essere superati da un futuro che in molti casi è già presente.
In questo senso, mentre arte, design, architettura, moda, cinema, in molti casi riescono a cogliere in anticipo i segnali di un cambiamento già in atto, innovando e conferendo nuovi significati a oggetti e idee, per molti altri settori il processo di comprensione è decisamente più complesso.
Per le costruzioni, in particolare, la risposta al cambiamento sta nella capacità di adeguarsi a un nuovo modello sia nel fare impresa sia nel definire e trasformare le città e i luoghi del vivere e dell’abitare.
Il vero fulcro di questo modello consiste, in sostanza, nella capacità di innovazione, che oggi rappresenta l’unica strada possibile per qualunque strategia complessiva che punti a vincere le nuove sfide competitive.
E innovazione, per il settore delle costruzioni, si chiama “Edilizia 4.0”. È la grande frontiera della digitalizzazione, che per le costruzioni è sinonimo di un nuovo modo di gestire i sistemi organizzativi e produttivi e che si traduce, da un lato, in innovazione e condivisione dei processi e, dall’altro, in nuovi prodotti di migliore qualità e più adeguati alla domanda sempre più esigente che oggi caratterizza i nostri utenti finali, i cittadini.
Digitalizzazione in edilizia significa in sostanza governo dei processi sia aziendali sia costruttivi, attraverso un sistema che riduce i rischi di errore e di conseguenza la qualità del prodotto. Ma significa anche, e soprattutto, creazione di un nuovo rapporto di integrazione e di fidelizzazione capace di mettere insieme le competenze di tutti coloro che interagiscono nella lunga filiera dell’immobiliare con pari dignità di ruolo.  
Claudio De Albertis
Archivio storico dei numeri di DIRIGENTI INDUSTRIA in pdf da scaricare, a partire da Gennaio 2013.

I più visti

Diciassette modi per andare in pensione

Le numerose possibilità di pensionamento sono dimostrazione della creatività legislativa, non sempre finalizzata a semplificare le regole e dare certezza del diritto. Se non trovate fra le 17 possibili opzioni il modo di andare in pensione, cercate almeno di capire quale pista ritenente più facilmente percorribile e fate l’elenco delle iniziative utili per raggiungere il traguardo. Per ridurre al minimo i dubbi, prenotate un incontro in ALDAI per verificare insieme le iniziative utili per arrivare prima al risultato.

01 febbraio 2017

Contratti a confronto

Proseguendo nell’esercizio iniziato con il confronto tra il CCNL Nazionale Dirigenti Industria ed il contratto Fiat, proponiamo ora il confronto del testo di riferimento con il CCNL Nazionale Dirigenti Commercio.
01 gennaio 2017

Nuovo contratto Confapi-Federmanager

In anticipo rispetto alla scadenza, lo scorso 16 novembre 2016 si è raggiunto l’accordo tra le parti per il rinnovo del CCNL dei dirigenti e quadri superiori delle piccole e medie aziende produttrici di beni e servizi. La decorrenza del CCNL va dal 01.01.2017 al 31.12.2019. L’obiettivo delle Parti è stato quello di apportare quegli interventi contrattuali necessari a favorire il rilancio della competitività delle PMI attraverso l’incremento delle professionalità manageriali.

 
01 marzo 2017

Termine presentazione domanda Naspi a seguito di licenziamento individuale

Hot mail con il nostro esperto INPS. Sono un dirigente di 56 anni licenziato a maggio 2016 per giustificato motivo oggettivo con dispensa dal preavviso lavorato e corresponsione della relativa indennità sostitutiva di 12 mesi.
26 settembre 2016

Contratto Dirigenti in scadenza nel 2018

Il contratto Confindustria-Federmanager in vigore dal 1° gennaio 2015 scadrà il 31 dicembre 2018. I lettori che hanno ricevuto e attivato l'accesso agli articoli riservati agli associati possono scaricare di seguito il contratto in vigore per aprire un consapevole confronto per il rinnovo del contratto.

A cura del comitato di redazione Dirigenti Industria 
01 agosto 2017

Nozioni fiscali per il dirigente in trasferta

Nel corso dell’anno capita spesso che i dirigenti richiedano rimborsi spese per trasferte effettuate nell’ambito o fuori del territorio comunale. Si è in presenza di una trasferta quando il datore di lavoro destina solo in via transitoria e temporanea il dipendente a un luogo di lavoro ubicato presso una sede diversa da quella abituale di svolgimento dell’attività lavorativa.
26 settembre 2016