Indagine sulle dichiarazioni dei redditi

Il quarto rapporto sulla fiscalità evidenzia che metà del conto del welfare è pagato da meno di 3 milioni di contribuenti. Per saperne di più e per sostenere l'equità fiscale per pagare tutti meno tasse, partecipa al convegno che si terrà nella sala conferenze dell'acquario civico di Milano martedì 27 giugno mattina dalle 10.

Presso la sala convegni dell’acquario civico di Milano sarà presentato il 27 giugno il quarto rapporto sulla fiscalità analisi realizzato dal  Centro Studi e Ricerche di Itinerari Previdenziali presieduto dal prof. Alberto Brambilla coautore della ricerca assieme a Paolo Novati.
L’analisi sostenuta anche da CIDA Confederazione Italiana Dirigenti e Alte Professionalità evidenzia che in Italia ci sono 62 contribuenti su 100 abitanti, ma solo 51, hanno versato almeno un euro, e quindi la metà non ha versato alcun contributo ed è a carico di qualcuno.
Metà dei versamenti IRPEF sono a carico di meno di 3 milioni di contribuenti, 5 abitanti su 100, che fanno parte degli scaglioni con redditi superiori a 35.000 € composti dal 61% da dipendenti qualificati, 32% da pensionati e solo il 7% da autonomi.
Il grafico evidenza una progressione fiscale a carico di una minoranza di contribuenti “onesti”, nemmeno sufficiente a pagare il conto dell’assistenza e della sanità.
I lavoratori dipendenti pagano il 60% del totale dei versamenti IRPEF e i pensionati il 34,5%, mentre i lavoratori autonomi versano solo 9,4 miliardi di euro pari al 5,5% del totale.
È la prova evidente dell’Italia dei furbi da perseguire perché pagando tutti le tasse potremmo pagare tutti di meno affermando il tanto sbandierato principio di “equità”..
Questa situazione è stata definita da Michele Carugi “la dittatura della maggioranza” che cerca il consenso elettorale a spese del contribuente “onesto”. Del resto cavalcare la “povertà” ha spesso pagato in un Paese con il 50% a carico di qualcun altro e nel quale i servizi piovono come miracoli, mentre ben sappiamo che il conto prima o poi si deve pagare.
Allora, quando si dovrà in autunno predisporre la manovra per far tornare i conti pubblici, ricordiamoci che esistono gli evasori e rispettiamo i cittadini onesti, i manager in servizio e in pensione che le tasse e i contributi li hanno sempre pagati e continuano a pagarli per sé e per altri sei.

Maggiori informazioni sul convegno del 27 giugno nell'articolo "Equità Fiscale" e per l'iscrizione gratuita al convegno cliccare qui.

Locandina convegno 27 giugno

locandina-convegno-27-giugno.pdf

Archivio storico dei numeri di DIRIGENTI INDUSTRIA in pdf da scaricare, a partire da Gennaio 2013.