Splendide manager !

Alla 5° edizione il premio Merito e Talento che si è svolto per il quinto anno consecutivo a Palazzo Marino in Piazza della Scala a Milano. Le 20 premiate sono un esempio di eccellenza manageriale per la categoria ed il Paese.

 

Paola Poli 

Consigliere ALDAI e Coordinatrice Gruppo Minerva ALDAI Federmanager Milano
La cerimonia di premiazione del 15 marzo 2017, patrocinata da Regione Lombardia, dal Comune di Milano e da Città Metropolitana di Milano, è stata introdotta dal Presidente ALDAI-Federmanager, Romano Ambrogi. Durante la sessione iniziale si è tenuto il saluto istituzionale di Fiorella Imprenti dell’Assessorato alle Politiche per il Lavoro del Comune di Milano, di Eros Andronaco, Vice Presidente di Federmanager.
Ringrazio le colleghe da anni impegnate nella valorizzazione della cultura manageriale, del Merito e Talento, iniziando da Elisabetta Borrini Vicepresidente Minerva Nazionale con la quale ho iniziato questo motivante impegno.
Ringrazio quindi i nostri Associati per le bellissime segnalazioni che ci sono arrivate, che hanno reso difficile il compito della giuria nel selezionare solo 20 donne. Avremmo voluto premiarne molte di più e quest’anno abbiamo aggiunto un premio speciale Digital Innovation,
in considerazione della crescente rilevanza del tema “Industry 4.0”.

Ci sono donne che hanno risollevato le sorti di aziende con nuove strategie industriali e commerciali, donne che hanno creato valore nell'industria italiana con impegno e valorizzando le persone, donne che gestiscono incarichi molto impegnativi e che appaiono sui giornali anche se ne avremmo gran bisogno per ritrovare fiducia nelle nostre capacità. 

Un ringraziamento particolare alla giuria composta di 12 persone con ruoli di rilievo sia interne sia esterne all'associazione ALDAI, ringraziando in particolare l’Onorevole Alessia Mosca che ci è stata vicina sin dalla nascita dell’iniziativa assieme a Laura La Posta caporedattore del Sole 24 Ore, Mario Pellizzari e Tommaso Arenare di Hegon Zehnder, Chiara Bisconti. Quest’anno abbiamo avuto anche la partecipazione del Giudice del Tribunale di Milano Jole Milanesi. Come ogni anno chiediamo di far parte della giuria anche le premiate degli anni precedenti, indicando sulla lista delle segnalate le preferenze per giungere così alla lista definitiva. 

Fiorella Imprenti dell’Assessorato alle Politiche per il Lavoro del Comune di Milano, ha dichiarato "Come Amministrazione siamo orgogliosi di patrocinare questo evento che valorizza il crescente apporto delle donne al mondo manageriale e d’impresa, un apporto che vede Milano leader. La nostra città infatti ha raggiunto tassi di occupazione femminile caratteristici delle città nordeuropee superando Londra e simili a quelli di Berlino. Tuttavia la città non ha ancora raggiunto quella capacità di conciliare vita e lavoro che ha permesso alle grandi città europee di veder crescere contemporaneamente anche il tasso di natalità. Supportiamo e continueremo a supportare iniziative dedicate a valorizzare la parità di genere, come Merito e Talento, perché riteniamo che Milano possa diventare un laboratorio nazionale per lo smart working e per i programmi di conciliazione in un'ottica di collaborazione tra soggetti pubblici e privati”.
Una realtà in continua crescita, quella delle donne manager, tanto che le donne dirigenti nel settore privato in Italia sono cresciute del 20% negli ultimi 5 anni. Inoltre, è interessante notare come il management femminile sia giovane, con il 50% delle donne manager che ha meno di 45 anni .

Con la quinta edizione del Premio Merito e Talento vogliamo affermare in modo chiaro e positivo che gli esempi di leadership femminile in Italia sono molti e di assoluto valore. Con questo Premio vogliamo mettere in evidenza queste realtà affinché rappresentino un modello valoriale – ha dichiarato Romano AmbrogiPresidente ALDAI-Federmanager – Ci auguriamo che Merito e Talento sia un inizio, non un punto di arrivo, per tutte le donne manager che contribuiscono all’evoluzione del Sistema Paese”.

Abbiamo scelto di premiare le eccellenze manageriali femminili perché desideriamo dare un messaggio che contribuisca ad abbattere le barriere di genere sul posto di lavoro – ha commentato Eros Andronaco Vicepresidente Federmanager – Le donne ai vertici hanno doti e capacità essenziali per innovare i modelli aziendali. Perciò, anche attraverso questo tipo di manifestazioni, intendiamo accrescere la consapevolezza delle istituzioni e dell’opinione pubblica per raggiungere un obiettivo civiltà che ha effetti diretti sulla competitività delle imprese”.

Merito e Talento prende vita dalla volontà di riconoscere e far emergere i modelli positivi di leadership al femminile, così da fornire un esempio a tutte le donne che desiderano ripercorrere i passi delle dirigenti premiate, o che semplicemente cercano ispirazione per aprire nuove vie.

I premi fanno capo a diverse categorie, tutte relative a diversi settori del management (Innovazione, Gestione economica, Gestione collaboratori, Lancio di nuovi business, Giovani potenziali e Diversity/Best practice). Per questa edizione, è stato anche introdotto per la prima volta un premio speciale “Digital Innovation” legato al tema Industry 4.0 - tema questo su cui ALDAI-Federmanager mantiene alta l’attenzione e vuole giocare un ruolo proattivo come ha sottolineato il Vicepresidente Bruno Villani - e destinato alla donna manager che si è particolarmente distinta nella gestione del processo di digitalizzazione che coinvolge in modo trasversale tutti i settori industriali.

Tutte, premiate e non, hanno ricevuto una lettera dalla Presidenza per informarle dell’esito della votazione e sono state invitate a partecipare all’evento. La responsabile della comunicazione ALDAI, Chiara Tiraboschi, ha ricevuto le prime emozionanti reazioni delle premiate e ogni anno è bello vedere quanta gioia questo evento è in grado di generare, c'è chi è commossa, chi chiede di portare il suo team, di poterne parlare .... ecco la lista delle premiate 2017.

Categoria “Lancio Nuovi Business”:
  • Luisa Adami, General Counsel, Danone Italy and Greece
  • Francesca Pignagnoli, Direttore Commerciale Sistemi Poliuretanici Italia, DOW Italia Divisione Commerciale
  • Ulrika Wikstrom, Direttore Generale, Lancôme Italia, Gruppo L’Oréal
Categoria “Gestione economica”:
  • Valentina Astori, Amministratore Delegato, S.A.B. Autoservizi srl, società del Gruppo Arriva Italia Srl 
  • Paola Corna Pellegrini, CEO Amministratore Delegato, Allianz Worldwide Partners Italia
  • Valeria Pardossi, MED HR Director, EY
Categoria “Gestione collaboratori”:
  • Diana D’Alterio, Head of Compliance, Aviva Italia Holding Spa
  • Rosa Maria Domenichini, Head of Engineering and Technical, Amec Foster Wheeler Italiana
  • Claudia Napoli, HR Division Manager (FCDE), Parker Hannifin Manufacturing Srl
Categoria “Giovani potenziali”:
  • Chiara Dorigotti, Direttore Generale, SEA Prime SpA
  • Sara Frassine, Group Development & Compensation Supervisor, Maire Tecnimont
  • Anna Maria Mezzadri, Finance Manager, Bartec Feam
Categoria “Innovazione”:
  • Patrizia Giangualano, Membro del Consiglio di Sorveglianza, UBI Banca
  • Simonetta Iarlori, Chief Operating Officer, Cassa Depositi e Prestiti SpA
  • Maria Varsellona, Chief Legal Officer, Nokia Corporation
Categoria “Diversity / Best Practice”:
  • Sandra Mori, International General Counsel Europe, Coca-Cola Italia Srl
  • Giuseppina Papagno, Direttore Stabilimento, DOW Italia
  • Laura Villani, Partner and Managing Director, The Boston Consulting Group
Premio “Digital Innovation”:
  • Lucia Chierchia, Open Innovation Director Global Connectivity & Technology, Electrolux Group
Menzione speciale “Digital Innovation”:
  • Paola Presutto, Senior Technology Evangelist, Microsoft.

La presidente Minerva Renata Tebaldi e la vicepresidente Elisabetta Borrini invitano a diffondere le opportunità offerte da Federmanager e ricordano la possibilità di associarvi a Minerva, gratuitamente per dirigenti e quadri iscritti a Federmanager. Basta iscriversi sul sito Aldai.

Sono profondamente convinta che assieme possiamo costruire una realtà migliore, ricordo che secondo il Gender Gap report 2016 L’Italia scende al 50° posto contro il 41° dello scorso anno.  Diminuisce la partecipazione nell’ambito economico: Italia 117° su 143 paesi, uno degli indici peggiori in questo ambito riguarda la partecipazione delle donne nel mondo del lavoro (89esima posizione) e la retribuzione a parità di mansioni, per cui l’Italia è 127esima.

Come rappresentante di oltre 1000 donne dirigenti, ALDAI può avere un ruolo costruttivo sia nell’evidenziare esigenze sia nel promuovere esperienze positive. Il Gruppo di lavoro Minerva Aldai è aperto a chi vuole dare un contributo concreto e si muove su due obbiettivi principali:
  1. creare sinergie con enti e organizzazioni locali per offrire alle nostre associate più opportunità di networking, aggiornamento e formazione 
  2. far emergere modelli positivi: donne dirigenti di talento portatrici di valori positivi,  esperienze che possano contribuire al miglioramento.
Nell’intervento conclusivo la Vicepresidente ALDAI-Federmanager Silvana Menapace ha commentato gli aspetti distintivi delle donne manager di Merito e Talento che fanno carriera: “Alle competenze, professionalità e preparazione, che rappresentano prerequisiti indispensabili, si aggiungono qualità determinati, fra le quali: passione, determinazione, empatia, saper fare squadra, coraggio, curiosità, ma mi hanno maggiormente colpito altri due fattori per il successo: l’autostima e l’intuizione.” Menapace ha concluso ringraziando le donne che dimostrano, come le premiate, di essere protagoniste nel lavoro contribuendo allo sviluppo economico e sociale del Paese e ringraziando anche gli uomini che sanno essere validi compagni.  

Arrivederci il prossimo anno per scoprire nuovi Talenti e premiarne il Merito promuovendo così la cultura manageriale come modello di sviluppo.

Notizie della settimana

Archivio storico dei numeri di DIRIGENTI INDUSTRIA in pdf da scaricare, a partire da Gennaio 2013.

I più visti

Diciassette modi per andare in pensione

Le numerose possibilità di pensionamento sono dimostrazione della creatività legislativa, non sempre finalizzata a semplificare le regole e dare certezza del diritto. Se non trovate fra le 17 possibili opzioni il modo di andare in pensione, cercate almeno di capire quale pista ritenente più facilmente percorribile e fate l’elenco delle iniziative utili per raggiungere il traguardo. Per ridurre al minimo i dubbi, prenotate un incontro in ALDAI per verificare insieme le iniziative utili per arrivare prima al risultato.

01 febbraio 2017

Contratti a confronto

Proseguendo nell’esercizio iniziato con il confronto tra il CCNL Nazionale Dirigenti Industria ed il contratto Fiat, proponiamo ora il confronto del testo di riferimento con il CCNL Nazionale Dirigenti Commercio.
01 gennaio 2017

Nuovo contratto Confapi-Federmanager

In anticipo rispetto alla scadenza, lo scorso 16 novembre 2016 si è raggiunto l’accordo tra le parti per il rinnovo del CCNL dei dirigenti e quadri superiori delle piccole e medie aziende produttrici di beni e servizi. La decorrenza del CCNL va dal 01.01.2017 al 31.12.2019. L’obiettivo delle Parti è stato quello di apportare quegli interventi contrattuali necessari a favorire il rilancio della competitività delle PMI attraverso l’incremento delle professionalità manageriali.

 
01 marzo 2017

Bilancio Sociale Federmanager 2016

Arrivato alla sua dodicesima edizione, il Bilancio Sociale 2016 si pone come testimonianza dell’impegno Federmanager nel voler fornire una panoramica d’insieme sulle attività dell’anno, ma soprattutto a comunicare la vision che guida tanto le scelte di spesa quanto quelle di contenuto.

 
01 ottobre 2017

Termine presentazione domanda Naspi a seguito di licenziamento individuale

Hot mail con il nostro esperto INPS. Sono un dirigente di 56 anni licenziato a maggio 2016 per giustificato motivo oggettivo con dispensa dal preavviso lavorato e corresponsione della relativa indennità sostitutiva di 12 mesi.
26 settembre 2016

Intervista sulle tecnologie di frontiera per la competitività delle imprese

Corriamo il rischio di percepire l’Industry 4.0 come uno slogan se non entriamo nel merito della sua concreta applicazione nelle imprese e l’intervista a Guido Porro, Amministratore Delegato di Dassault Systèmes in Italia, ha l’obiettivo di capire meglio cosa possono fare per la nostra azienda le tecnologie di frontiera che abilitano nuove strategie aziendali e valorizzano il ruolo manageriale.

 
01 ottobre 2017