Il contratto dirigenti e la sua storia

La storia ci ricorda che il contratto Dirigenti Industria è un cantiere aperto per favorire e sostenere l’evoluzione della dirigenza industriale che ha permesso lo sviluppo del secondo Paese manifatturiero europeo.

Agostino D'Arco 

Consigliere e Direttore ALDAI dal 1982 al 2005
Il libro “I Dirigenti d’industria a Milano” contiene molteplici informazioni e riferimenti sul contributo dei dirigenti lombardi che iniziarono subito dopo la guerra ad organizzarsi nella prima Assemblea Generale, il 2 febbraio 1946, per discutere la ricostruzione industriale ed economica del Paese, stabilendo le basi del contratto di lavoro e gli accordi economici, poi aggiornati nel 1961 e nei successivi rinnovi.
L'ALDAI organizzò il 9 febbraio 1963 una giornata di studio sulla figura del dirigente nella cui relazione si delinea: “la figura del dirigente potrà essere protagonista della futura vita economica se saprà inserirsi nella vita dell'impresa, in modo che agli organi tradizionali del capitale e a quelli del lavoro, si possa aggiungere la rappresentanza organica della direzione aziendale”.
Oltre agli accordi retributivi che migliorarono sia le misure degli aumenti, sia le modalità di applicazione, va ricordato l'accordo del 27 luglio 1970 che portò ad una radicale revisione del contratto normativo del 1961 e all'inserimento di alcuni istituti precedentemente non previsti, come il diritto al trattamento di licenziamento in caso di trasferimento di proprietà o di trasformazione di azienda, la disciplina dei licenziamenti individuali, compresa l'istituzione dei collegi arbitrali e l'indennità supplementare e infine il pieno riconoscimento delle rappresentanze sindacali aziendali.
Per quanto riguarda l'assistenza di malattia, oltre all’aumento di contributi e alla difesa delle istituzioni aziendali, va sottolineata l'importanza del contratto del 21 dicembre 1968 che approvò il regolamento del primo Fondo di Assistenza Sanitaria e l'accordo del 22 gennaio 1970, che diede finanziamento e gestione autonoma all'assistenza di malattia. Nel settore previdenziale spicca la costituzione di quello che sarebbe diventato nel 1980 il FIPDAI, prima manifestazione di uno strumento di previdenza integrativa bilaterale. 
Il rinnovo contrattuale del 1974, avvenne dopo ben nove mesi di trattative, durante i quali l'ALDAI offrì il suo consueto contributo di idee e impegno attraverso l'azione dei suoi esponenti più rappresentativi: al di là dei concreti miglioramenti economico-normativi che la categoria conquistò con questo rinnovo, emerse soprattutto la caratteristica di "contratto di status", che intendeva tutelare non tanto i singoli, bensì la funzione dirigenziale.
La nascita di PREVINDAI nel 1990 dimostra il palese interessamento della Federazione dei dirigenti industria per i problemi di natura previdenziale, che ha portato dunque al ricorso a nuove forme di assicurazione.
Nell’editoriale "Dirigenti Industria" del 2006 il Presidente Garbarini indicava le direttrici da seguire: una 'istituzionale' avente come obiettivi dare concreta attuazione al Contratto Nazionale del 2004, con particolare riferimento a quanto previsto in relazione alla previdenza integrativa, assistenza sanitaria integrativa, Agenzia per il Lavoro e Formazione ... seguendo nell'ambito delle tutele l'evolversi dell'attività relativa alla responsabilità civile e/o penale.
l contributo della nostra Associazione è stato determinante nella stesura del testo del rinnovo contrattuale del 25 novembre 2009 soprattutto nell'ambito delle tutele verso i colleghi più esposti. Più esattamente tre esponenti ALDAI sono stati coinvolti, come rappresentanti elettivi nella negoziazione condotta da Federmanager per quasi un anno, Romano Ambrogi con il ruolo di Capo Delegazione Negoziale, Annalisa Sala nella sua qualità di Dirigente Responsabile del Servizio Sindacale ed Eros Andronaco Presidente della Commissione Sindacale ALDAI.
La storia conferma che il contratto Dirigenti Industria è un cantiere aperto per favorire e sostenere l’evoluzione della figura del dirigente il cui contributo all’impresa in termini di Capitale Umano, managerialità e competenze è aumentato progressivamente e notevolmente negli ultimi anni dovendo aggiungere alle capacità di gestione la crescente necessità di agire come principale motore d’innovazione per le imprese.

I lettori Dirigenti Industria registrati hanno la possibilità di scaricare il libro sulla storia dell'associazione ALDAI-Federmanager cliccando il titolo "I DIRIGENTI D'INDUSTRIA DI MILANO
Archivio storico dei numeri di DIRIGENTI INDUSTRIA in pdf da scaricare, a partire da Gennaio 2013.

I più visti

Diciassette modi per andare in pensione

Le numerose possibilità di pensionamento sono dimostrazione della creatività legislativa, non sempre finalizzata a semplificare le regole e dare certezza del diritto. Se non trovate fra le 17 possibili opzioni il modo di andare in pensione, cercate almeno di capire quale pista ritenente più facilmente percorribile e fate l’elenco delle iniziative utili per raggiungere il traguardo. Per ridurre al minimo i dubbi, prenotate un incontro in ALDAI per verificare insieme le iniziative utili per arrivare prima al risultato.

01 febbraio 2017

Contratti a confronto

Proseguendo nell’esercizio iniziato con il confronto tra il CCNL Nazionale Dirigenti Industria ed il contratto Fiat, proponiamo ora il confronto del testo di riferimento con il CCNL Nazionale Dirigenti Commercio.
01 gennaio 2017

Nuovo contratto Confapi-Federmanager

In anticipo rispetto alla scadenza, lo scorso 16 novembre 2016 si è raggiunto l’accordo tra le parti per il rinnovo del CCNL dei dirigenti e quadri superiori delle piccole e medie aziende produttrici di beni e servizi. La decorrenza del CCNL va dal 01.01.2017 al 31.12.2019. L’obiettivo delle Parti è stato quello di apportare quegli interventi contrattuali necessari a favorire il rilancio della competitività delle PMI attraverso l’incremento delle professionalità manageriali.

 
01 marzo 2017

Giorgio Gori incontra la dirigenza lombarda

Si è svolto mercoledì 22 novembre nella sala Manzoni dell’hotel Marriott a Milano, l'incontro organizzato da CIDA con il candidato PD alla presidenza della Regione Lombardia.

22 novembre 2017

Termine presentazione domanda Naspi a seguito di licenziamento individuale

Hot mail con il nostro esperto INPS. Sono un dirigente di 56 anni licenziato a maggio 2016 per giustificato motivo oggettivo con dispensa dal preavviso lavorato e corresponsione della relativa indennità sostitutiva di 12 mesi.
26 settembre 2016