La nuova GS-Fasi

La GSR Fasi è andata in pensione. Com’è noto infatti la Gestione, che erogava ai dirigenti licenziati una prestazione in denaro come sostegno al reddito, differenziata nella durata in relazione all’età del dirigente, ha cessato di esistere dal 1° gennaio 2015.

A cura del Servizio Sindacale ALDAI

Con il C.C.N.L. stipulato il 30 dicembre 2014 erano state introdotte a favore del dirigente involontariamente inoccupato nuove tutele ispirate ad una logica di welfare consistenti nella istituzione di una copertura sanitaria, di una copertura assicurativa e di iniziative di politiche attive, orientamento, formazione e placement. Ora, a seguito dell’approvazione del nuovo Statuto Fasi e del Regolamento 2. GS-Fasi entrati in vigore il 25 gennaio 2017, la new entry GS-Fasi ha iniziato a muovere i primi passi.
Indichiamo di seguito, in sintesi, i contenuti delle nuove prestazioni decorrenti dal 1° gennaio 2015.

A chi spetta
Ai dirigenti licenziati (esclusa la giusta causa ex art. 2119 Cod. Civ.) non pensionabili che:
  • non abbiano una retribuzione lorda annua onnicomprensiva superiore a euro 225.000 nell’anno antecedente a quello della risoluzione del contratto;
  • abbiano maturato una anzianità nella qualifica dirigenziale con applicazione del CCNL DAPBS non inferiore a 18 mesi, anche discontinui;
  • siano beneficiari della Naspi;
  • siano iscritti all’Agenzia del Lavoro Fondirigenti (certificato di iscrizione scaricabile dal sito www.aldai.it);
  • si impegnino ad aderire alle iniziative messe in atto da Fondirigenti ai fini della ricollocazione.

Le tutele

Le nuove tutele GS-Fasi per una durata non superiore a 12 mesi consistono in una:
  • copertura sanitaria (Fasi e Assidai); 
  • copertura assicurativa per morte e invalidità permanente per un capitale non superiore, in prima applicazione, a 100.000 euro.
Restano invece ancora da definire le iniziative di politiche attive, orientamento, formazione e placement previste dal Contratto Collettivo del 30 dicembre 2014.

Da quando

La decorrenza è fissata dal 1° giorno del mese successivo alla presentazione della domanda e comunque non prima della cessazione del rapporto di lavoro da intendersi, ove presente il preavviso, come scadenza dello stesso anche se sostituito dalla relativa indennità.

Cosa fare

Il dirigente deve inoltrare apposita domanda alla GS-Fasi (modello scaricabile dal sito www.aldai.it) entro e non oltre 68 giorni dalla data di cessazione del rapporto di lavoro da intendersi, ove presente il preavviso, come scadenza dello stesso anche se sostituito dalla relativa indennità.

ATTENZIONE 

Il mancato rispetto del termine comporterà la decadenza dal beneficio delle tutele.

Per un approfondimento della nuova disciplina GS-Fasi si rinvia a: 
  • Art. 2 lett. H Statuto Fasi; 
  • Regolamento 2. GS-Fasi;
  • Circolare Federmanager n. 2624/201;
  • gsfasi.fasi.it
Per ulteriori chiarimenti scrivere a: sindacale@aldai.it 
Archivio storico dei numeri di DIRIGENTI INDUSTRIA in pdf da scaricare, a partire da Gennaio 2013.

I più visti

Diciassette modi per andare in pensione

Le numerose possibilità di pensionamento sono dimostrazione della creatività legislativa, non sempre finalizzata a semplificare le regole e dare certezza del diritto. Se non trovate fra le 17 possibili opzioni il modo di andare in pensione, cercate almeno di capire quale pista ritenente più facilmente percorribile e fate l’elenco delle iniziative utili per raggiungere il traguardo. Per ridurre al minimo i dubbi, prenotate un incontro in ALDAI per verificare insieme le iniziative utili per arrivare prima al risultato.

01 febbraio 2017

Contratti a confronto

Proseguendo nell’esercizio iniziato con il confronto tra il CCNL Nazionale Dirigenti Industria ed il contratto Fiat, proponiamo ora il confronto del testo di riferimento con il CCNL Nazionale Dirigenti Commercio.
01 gennaio 2017

A tu per tu con due Head Hunter

Vogliamo offrire agli associati Federmanager l’opportunità di incontrare due esperti di selezione manageriale e rispondere alle domande che possano dare una svolta alla carriera.
01 agosto 2017

Nuovo contratto Confapi-Federmanager

In anticipo rispetto alla scadenza, lo scorso 16 novembre 2016 si è raggiunto l’accordo tra le parti per il rinnovo del CCNL dei dirigenti e quadri superiori delle piccole e medie aziende produttrici di beni e servizi. La decorrenza del CCNL va dal 01.01.2017 al 31.12.2019. L’obiettivo delle Parti è stato quello di apportare quegli interventi contrattuali necessari a favorire il rilancio della competitività delle PMI attraverso l’incremento delle professionalità manageriali.

 
01 marzo 2017

Termine presentazione domanda Naspi a seguito di licenziamento individuale

Hot mail con il nostro esperto INPS. Sono un dirigente di 56 anni licenziato a maggio 2016 per giustificato motivo oggettivo con dispensa dal preavviso lavorato e corresponsione della relativa indennità sostitutiva di 12 mesi.
26 settembre 2016

Il Reshoring nel Contesto Italiano

Le dinamiche della competitività globale impongono una riflessione sulle strategie manifatturiere. Cambia il vento e un numero crescente di imprese riporta in Italia la produzione. Fondazione Politecnico di Milano, Promos – Azienda Speciale della Camera di Commercio di Milano e ALDAI-Federmanager lanciano una indagine per analizzare e favorire il rientro delle attività manifatturiere.

 
01 settembre 2017