La sanità 4.0 direttamente a casa tua

Le tecnologie digitali spaziano dall’industria, ai servizi, … alla sanità, migliorando la qualità della vita.

La rivoluzione digitale sta influenzando le metodiche di assistenza sanitaria a cui eravamo abituati, tanto che si potrebbe parlare di telemedicina.

Marcello Garzia

Designato alla presidenza FASI

Al passo con il progetto “connected care”, i giovani di oggi indossano braccialetti e orologi intelligenti capaci, tra gli altri, di monitorare il sonno, le abitudini alimentari e il battito cardiaco.
Un boom di vendite che, entro il 2020, secondo diversi studi, potrebbe valere ben 59 milioni di dollari. Dietro l’utilizzo di questi dispositivi elettronici si legge la volontà, degli under 35, di prendersi cura di sé in modo attivo.
Dalle analisi è anche emerso che la maggior parte dei giovani non si reca personalmente dal medico legale, ma lo raggiunge tramite dispositivi di messaggistiche. L’83% dei pazienti utilizza l’email, il 70% gli sms, il 53% WhatsApp. In un certo senso stanno cambiando le dinamiche del paradigma della salute del futuro, abbattendo le frontiere tra medico e paziente, ma anche tra salute e consumatori. Grazie ai nuovi dispositivi, l’ospedale del futuro sarà in buona parte composto di aggregazione, archiviazione e analisi di dati che permetteranno di monitorare persone in salute e gestire chi è affetto da patologie.
Questa nuova filosofia entra a casa delle persone, ottimizzandone il tempo e le spese dei controlli. Una tecnologia che non si sofferma solo agli apparecchi da polso ma che si evolve verso dispositivi intelligenti che aiuteranno le persone ad essere sempre più attente alla loro salute.
Anche il Fasi è da tempo attento alle nuove tecnologie e ne sta per introdurre diverse all’avanguardia nell’ottica di fornire sempre più servizi ai propri assistiti.
Al processo di dematerializzazione, iniziato ormai da qualche anno, faranno seguito diverse attività improntate sul digitale tra le quali il lancio di una nuova App e di un’area riservata sempre più semplice da utilizzare.
Archivio storico dei numeri di DIRIGENTI INDUSTRIA in pdf da scaricare, a partire da Gennaio 2013.

I più visti

Diciassette modi per andare in pensione

Le diciassette possibilità di andare in pensione sono aumentate a ventuno ed è stato pubblicato il 1° gennaio 2018 la versione aggiornata dell'articolo all'indirizzo indicato di seguito.

01 febbraio 2017

Contratti a confronto

Proseguendo nell’esercizio iniziato con il confronto tra il CCNL Nazionale Dirigenti Industria ed il contratto Fiat, proponiamo ora il confronto del testo di riferimento con il CCNL Nazionale Dirigenti Commercio.
01 gennaio 2017

Nuovo contratto Confapi-Federmanager

In anticipo rispetto alla scadenza, lo scorso 16 novembre 2016 si è raggiunto l’accordo tra le parti per il rinnovo del CCNL dei dirigenti e quadri superiori delle piccole e medie aziende produttrici di beni e servizi. La decorrenza del CCNL va dal 01.01.2017 al 31.12.2019. L’obiettivo delle Parti è stato quello di apportare quegli interventi contrattuali necessari a favorire il rilancio della competitività delle PMI attraverso l’incremento delle professionalità manageriali.

 
01 marzo 2017

Letterina di Natale 2017

Il sopraggiungere del Natale, al termine di un anno vissuto freneticamente, è l’occasione gradita per far giungere a tutti i soci e alle loro famiglie un sentito augurio di pace e serenità. È il momento di ricavarci uno spazio di riflessione, anche se le tante incombenze di fine anno e gli impegni sociali tendono a distoglierci da una pur necessaria pausa. Vogliamo allora provarci a esprimere i desideri più semplici e profondi che muovono la nostra stessa azione in Associazione.
01 dicembre 2017

Ventuno modi per andare in pensione

Le numerose possibilità di pensionamento sono dimostrazione della creatività legislativa, non sempre finalizzata a semplificare le regole e dare certezza del diritto. Se non trovate fra le 21 possibili opzioni il modo di andare in pensione, cercate almeno di capire quale pista possa essere più facilmente percorribile e fate l’elenco delle iniziative per raggiungere il traguardo. Per ridurre i dubbi, prenotate un incontro in ALDAI per verificare insieme le iniziative utili per arrivare prima al risultato.

01 gennaio 2018