Opportunità della trasformazione digitale

In un contesto di continua innovazione tecnologica e volatilità dei mercati gli imprenditori e i manager dovrebbero dedicare almeno un giorno per controllare lo stato di salute dell’azienda e aggiornare la strategia, valutando le aree di miglioramento, le possibili minacce e le opportunità di sviluppo.

Giuseppe Linati

Direttore Generale Digital Innovation Hub Lombardia
Stiamo "sperabilmente" uscendo dalla fase di emergenza per intraprendere un ciclo economico di rilancio e sviluppo sostenibile, probabilmente molto diverso da come abbiamo operato in passato. 

Nessuno meglio degli imprenditori e dei manager conosce l’impresa, ma per realizzare una valutazione delle prospettive sono necessarie anche informazioni aggiornate sui trend di settore, sulle tecnologie abilitanti e sulle nuove modalità di gestione.

Come per controllare lo stato di salute, per realizzare una prima diagnosi e indicare possibili rimedi, è utile affidarsi al medico di base, altrettanto importante è rivolgersi a qualificati professionisti in grado di utilizzare e mettere a disposizione dell’impresa un’articolata analisi della situazione aziendale rispetto ai trend del settore, indicando le aree di miglioramento e i possibili progetti per conseguire efficienza, competitività e sviluppo.

Per supportare le imprese nella transizione digitale, Confindustria ha creato una rete di Digital Innovation Hub regionali e in Lombardia sono stati qualificati, anche insieme a Federmanager, i professionisti in grado di offrire supporto alla fase di valutazione della maturità digitale; un servizio realizzato compilando un questionario online realizzato dal Politecnico di Milano (accessibile al link http://preparatialfuturo.confindustria.it/digital-innovation-hub/check-aziendale-online/)

Valutazione della maturità digitale dell’impresa

In mezza giornata d’incontro, anche in videoconferenza, della prima linea dei manager dell’impresa, insieme a un qualificato professionista assegnato dal Digital Innovation Hub Lombardia, vengono raccolte le risposte a un centinaio di domande rispetto a quattro dimensioni di analisi dei processi aziendali: esecuzione, controllo, tecnologie ed organizzazione. Tale analisi è realizzata per ciascuna delle otto aree dei processi che compongono la catena del valore dell’impresa: 1) marketing, vendite e supporto ai clienti; 2) manutenzione; 3) produzione; 4) progettazione; 5) qualità; 6) risorse umane; 7) catena di fornitura (supply chain); 8) logistica. Sebbene il questionario sia realizzato per imprese con attività produttive, ben si adatta anche ad altre realtà. Completato l’inserimento delle risposte ed elaborate le analisi viene restituito il risultato in un secondo incontro dopo un paio di settimane.

Il risultato offre all’impresa un rapporto completo su ciascuna delle otto aree dei processi per le quattro dimensioni di analisi come indicato in figura.
Le valutazioni di ciascuna area sono espresse in relazione ai cinque livelli di maturità digitale:
  1. Iniziale – processi poco controllati, sviluppati con tecnologie e sistemi poco avanzati, gestiti ad hoc e solo reattivamente, con scarsa maturità digitale e preparazione al cambiamento;
  2. Gestito – processi parzialmente controllati, sviluppati con tecnologie e sistemi poco avanzati o non integrati, e gestiti esclusivamente a partire dall’esperienza, con limitata maturità digitale e preparazione al cambiamento;
  3. Definito – processi discretamente controllati, sviluppati con tecnologie e sistemi parzialmente integrati ed automatizzati, gestiti in maniera parzialmente integrata attraverso le diverse funzioni aziendali, con discreta maturità digitale e preparazione al cambiamento;
  4. Integrato e interoperabile – processi generalmente controllati, sviluppati con tecnologie e sistemi in maggioranza integrati ed automatizzati, e gestiti in maniera generalmente integrata attraverso le diverse funzioni aziendali, con buona maturità digitale e preparazione al cambiamento;
  5. Orientato alla digitalizzazione – processi sistematicamente controllati, sviluppati con tecnologie e sistemi avanzati, e gestiti in maniera integrata attraverso le diverse funzioni aziendali, con ottima maturità digitale e preparazione al cambiamento
Il rapporto evidenzia quindi i principali elementi di valutazione emersi, entrando nel merito delle aree di miglioramento con esplicite motivazioni.
 
Il rapporto fornisce anche un riferimento del livello di digitalizzazione del settore e dei processi maggiormente interessati dalla trasformazione digitale. 

Per ciascuna area sono quindi evidenziati i possibili miglioramenti e le soluzioni digitali in grado di generare riduzione di costi e qualità dei processi.

Ne emerge un quadro completo che comprende indicazioni riguardanti i prodotti, i servizi, la produzione, i processi dell'intera catena del valore, i modelli di business e quant'altro risulta dall'analisi.
Le possibili soluzioni sono quindi fornite in una “road map”, una mappa integrata di possibili interventi che l’impresa potrà utilizzare come riferimento per aggiornare la strategia.

In una sola giornata l’assessment della maturità digitale può aprire nuovi orizzonti e offrire all’imprenditore e al management gli elementi per realizzare il salto competitivo per la crescita.

Un supporto di valore offerto da Confindustria, Digital Innovation Hub e Federmanager per lo sviluppo delle PMI.

Maggiori informazioni inviando una mail a info@dihlombardia.com e info@sviluppopmi.it

Cliccare il video per il convegno Sviluppo PMI con la partecipazione dei Presidenti Lombardi di Confindustria, Digital Innovation Hub, Federmanager e dell'Assessore Guido Guidesi allo Sviluppo Economico di Regione Lombardia
Archivio storico dei numeri di DIRIGENTI INDUSTRIA in pdf da scaricare, a partire da Gennaio 2013.

I più visti

Contratto Dirigenti Industria 2019-2023

Il Contratto Nazionale di Lavoro dei dirigenti industria costituisce l’impegno fra le rappresentanze dei dirigenti e quelle datoriali sulla regolamentazione e gestione del rapporto di lavoro. Un documento Confindustria-Federmanager di 63 pagine aggiornato con l'accordo del 30 luglio 2019 è riassunto di seguito per facilitarne la consultazione.
01 ottobre 2019

Manuela Biti Presidente ALDAI-Federmanager

Tutti i 40 consiglieri eletti del rinnovato Consiglio Direttivo ALDAI hanno partecipato il 30 giugno 2021 all'elezione del Presidente e del Tesoriere. Per la prima volta la riunione si è svolta in presenza con partecipazione di 14 consiglieri da remoto, dopo oltre un anno di riunioni esclusivamente in videoconferenza.
01 luglio 2021

Competenze per l'eccellenza

Non ci sono dubbi, le "competenze" rappresentano la chiave per lo sviluppo dell’economia della conoscenza e le dinamiche collaborative di una società moderna. Ma il termine “competenze” si presta a diverse interpretazioni che possono generare equivoci e congelare il dialogo
01 luglio 2021