Dati alla mano

Per aiutare le aziende italiane a essere competitive serve un management che sappia ricavare il meglio dall’interpretazione dei data analytics, così da determinare le priorità di azione e intervento

Foto di Gerd Altmann da Pixabay

Mario Cardoni 

Direttore Generale Federmanager
Spalancare la finestra sul presente significa, per un manager, comprendere a fondo la direzione verso cui si proietta il sistema produttivo.

Oggi, con una formula particolarmente efficace, i dati vengono definiti “il petrolio dell’economia digitale”. Per quale ragione?

Perché sono i dati – personali, comportamentali, industriali, solo per citarne alcuni – a costituire la risorsa preziosissima su cui vengono modellati piani di sviluppo aziendale e commerciale. Rappresentano il tesoro strategico attraverso il quale prevedere situazioni operative, preferenze ed efficacia di prodotti e servizi.

Ma per disporre di un patrimonio così ambito, le aziende devono essere in grado di “lavorare” i dati, in modo da ricavare informazioni che si rivelino utili e, al contempo, accessibili e tracciabili.

Un obiettivo complesso, a cui i manager devono puntare con la capacità di destreggiarsi tra le maglie imposte da tutele fondamentali, come quella della privacy, e difficoltà tecniche di non poco conto.

Ecco perché in questa fase storica, ancor più che in passato, si avverte l’esigenza di una managerialità multidisciplinare e davvero al passo con i tempi, spesso frenetici, dell’innovazione.


In un contesto globale che presenta 5 miliardi di persone connesse al web e 6 milioni di ricerche al minuto su Google, chi non è in grado di trarre valore dai dati, rimane inevitabilmente in fuorigioco. Senza appello.

La nostra Federazione ha colto con lungimiranza l’importanza della posta in palio e ha già iniziato ad attrezzarsi con percorsi che garantiscono ai manager la certificazione di competenze decisive per guidare, e non inseguire, il cambiamento.

Le aziende hanno bisogno, infatti, di un management che sappia ricavare il meglio dall’interpretazione dei data analytics, così da determinare le priorità di azione e intervento. E questa esigenza si manifesta nel quadro più ampio del percorso nazionale di digitalizzazione che in Italia, inutile negarlo, presenta molteplici criticità.

Se il contesto è ancora incerto, i manager hanno un ruolo fondamentale nel modellarlo.

Vogliamo un Paese moderno? Dobbiamo contribuire a costruirlo. E l’esempio offerto dalle iniziative che Federmanager ha avviato può costituire una best practice utile come riferimento per i decisori pubblici e per le iniziative private.

Grazie all’impulso fornito dalla nostra Commissione di settore per l’innovazione e la trasformazione digitale, miriamo a dispiegare le ampie potenzialità di sviluppo tecnologico che il sistema federale è in grado di esprimere attraverso le elevate competenze di cui dispone, a partire dai “digital twin” – gemelli digitali – pienamente operativi su piattaforme e database.

Il progresso non ci spaventa, lo affrontiamo con propositività e cultura manageriale.


Articolo tratto da Progetto Manager

Archivio storico dei numeri di DIRIGENTI INDUSTRIA in pdf da scaricare, a partire da Gennaio 2013.

I più visti

Contratto Dirigenti Industria 2019-2024

Il Contratto Nazionale di Lavoro dei dirigenti industria costituisce l’impegno fra le rappresentanze dei dirigenti e quelle datoriali sulla regolamentazione e gestione del rapporto di lavoro. Il documento Confindustria-Federmanager di 63 pagine, aggiornato con l'accordo del 30 luglio 2019, è riassunto di seguito per facilitarne la consultazione.
01 ottobre 2019

Riforma fiscale: quanto gli italiani pagano più dei francesi?

La legge delega per la riforma fiscale, approvata dal Consiglio dei Ministri il 16 marzo 2023, apre un confronto sull'equità e sulla semplificazione tributaria. Un'occasione per un confronto con le politiche tributarie di altri Paesi europei che iniziamo - in questa prima puntata - con la Francia, per rilevare che una famiglia italiana con due figli e un reddito di 100mila euro paga 26mila euro di tasse in più rispetto all'analoga famiglia francese.
01 maggio 2023

Cariche sociali e lavoro dipendente

Il tema della sovrapposizione tra cariche sociali e rapporto di lavoro subordinato è sempre attuale e di estrema rilevanza, ed è stato oggetto negli anni di approfondimenti, tesi giurisprudenziali e dottrinali altalenanti. Di seguito un articolo in materia redatto dall’Avv. Riccardo Arnò, esperto in diritto del lavoro e previdenza, sulla base di una recente pubblicazione – apparsa su una rivista specialistica – a opera di Giulia Colombo, Dottoranda di ricerca in Diritto del lavoro, Università degli Studi di Udine.
01 ottobre 2022

Contratti a confronto

Proseguendo nell’esercizio iniziato con il confronto tra il CCNL Nazionale Dirigenti Industria ed il contratto Fiat, proponiamo ora il confronto del testo di riferimento con il CCNL Nazionale Dirigenti Commercio.
01 gennaio 2017

A tu per tu con due Cacciatori di Teste

L'incontro con i due Head Hunter, di mercoledì 19 giugno 2024, ha offerto agli associati Federmanager l’opportunità di condividere commenti e domande agli esperti di selezione manageriale che possono dare una svolta alla carriera
01 luglio 2024