Progetti di carriera

Mercoledì 24 maggio si svolgerà il mio secondo seminario ALDAI dopo il primo del 29 marzo scorso. Mentre il primo, “Il colloquio di lavoro”, si è focalizzato soprattutto su come trovare un lavoro oggi, con tutte le difficoltà inerenti la crisi italiana e il perdurante squilibrio nel nostro mercato del lavoro, il secondo, lo dice il titolo stesso, “Progetti di carriera”, ha l’obiettivo di aiutare i manager ad ottimizzare le proprie possibilità di carriera all’interno dell’azienda per la quale stanno lavorando.

Claudio Ceper  

Medico delle Carriere

Lo sviluppo manageriale non avviene per caso, ma è il risultato di un lungimirante e costante impegno.

I principali temi che toccheremo sono: le competenze (hard e soft), il Personal Brand, i fattori chiave per una carriera di successo, il potenziale, gli errori.
È ormai universalmente riconosciuto che per fare carriera oggi contano di più le competenze soft che le hard e che le prime servono soprattutto nei primi anni di lavoro, ma vengono gradualmente sostituite dalle seconde, man mano che si fa carriera.
È altresì riconosciuto che per un manager la competenza soft “leadership verticale” è fondamentale in quanto la parola manager, etimologicamente, implica il concetto di “to manage” che significa gestire un team di persone (ma anche gestire il proprio capo nel modo più opportuno, cosa che molti dimenticano o fanno male).
Però è altrettanto importante la autoconsapevolezza, la “centratura”, come la chiamano gli psicologi e i coach, che parte dalla comprensione e definizione del proprio “personal brand”. Il Personal Brand non è solo la stella polare alla quale orientarsi per scegliere un nuovo job, ma è anche lo strumento da monitorare sistematicamente (in genere ogni sei mesi) per essere certi di operare al meglio per la propria azienda, ma anche per verificare quanto si è apprezzati da capi, colleghi e collaboratori. Formalmente è costituito da una selezione rigorosa dei propri punti di forza e punti di debolezza.
Purtroppo, tra le centinaia di persone con cui ho fatto mentoring negli ultimi 3/4 anni, sono poche le persone genuinamente consapevoli dei propri pregi e difetti fondamentali, e potrei citare casistiche numerose.
Tratteremo anche il quesito se sia meglio correggere i propri difetti o sviluppare ulteriormente i propri pregi, così come, nell’ottica di una costante interazione con l’aula, alla quale tengo moltissimo nei miei seminari, tratteremo anche il tema del “periodo di prova” che spesso non viene superato, così come il tema, da sempre molto dibattuto, di quale sia il modo più efficace per chiedere al proprio capo un aumento di stipendio o una promozione.
Chiuderemo il seminario con alcuni cenni sul “potenziale”, che spiegano perché si può essere un alto potenziale anche a 50 anni o un basso potenziale a 30.
Infine non trascureremo neanche il “manifesto del forum della meritocrazia”, e la differente concezione  dell’errore tra la cultura anglosassone  e quella latina.

Dopo la pausa estiva, proseguiremo gli incontri: mercoledì 20 settembre 2017 per mettere “Due cacciatori di teste alla sbarra” e martedì 28 novembre 2017 per condividere il percorso “Da manager a imprenditore“, che è bene conoscere anche per valorizzare il proprio ruolo di manager. Arrivederci al 24 maggio.

Questi temi saranno trattati nel seminario che si terrà in ALDAI,  mercoledì 24 maggio 2017 alle ore 17,30.
Archivio storico dei numeri di DIRIGENTI INDUSTRIA in pdf da scaricare, a partire da Gennaio 2013.

I più visti

Contratto Dirigenti Industria 2018

Il Contratto Nazionale di Lavoro dei dirigenti industria costituisce l’impegno fra le rappresentanze dei dirigenti e quelle datoriali sulla regolamentazione e gestione del rapporto di lavoro. Un documento Confindustria-Federmanager di 63 pagine riassunto di seguito per evidenziare gli aspetti essenziali, facilitare la consultazione e valutare aree di miglioramento da proporre alla Commissione Sindacale.
01 ottobre 2018

Contratti a confronto

Proseguendo nell’esercizio iniziato con il confronto tra il CCNL Nazionale Dirigenti Industria ed il contratto Fiat, proponiamo ora il confronto del testo di riferimento con il CCNL Nazionale Dirigenti Commercio.
01 gennaio 2017

Quota 100 per i manager

L’anno appena iniziato ha portato significative novità in tema di pensioni rispetto alla normativa in vigore alla fine del 2018. Alcune (la maggior parte a dire il vero) sono contenute nel decreto Legge che il Governo ha approvato il 17 gennaio sul reddito di cittadinanza e sulla cosiddetta “Quota 100”, altre. Invece, sono disciplinate dalla Legge di Bilancio per il 2019.
01 febbraio 2019

FASI Siamo Noi

Il Fondo, da sempre ispirato ai principi di mutualità e solidarietà intergenerazionale, modificherà le norme di iscrizione premiando la fedeltà degli iscritti e ricompensando il loro senso di appartenenza. Ultima chiamata: i dirigenti che ad oggi non risultano iscritti, pur avendone i requisiti, possono inoltrare l’iscrizione entro il 31.03.2019, acquisendo in questo modo il diritto al mantenimento dell’iscrizione una volta in pensione.
01 febbraio 2019

Novità FASI

Tutti insieme siamo chiamati a partecipare alla sostenibilità del Fondo Assistenza Sanitaria Integrativa assicurando l'equilibrio fra i contributi e i costi crescenti delle prestazioni sanitarie.
01 febbraio 2019

Contratto Dirigenti in scadenza nel 2018

Il contratto Confindustria-Federmanager in vigore dal 1° gennaio 2015 scadrà il 31 dicembre 2018. I lettori che hanno ricevuto e attivato l'accesso agli articoli riservati agli associati possono scaricare di seguito il contratto in vigore per aprire un consapevole confronto per il rinnovo del contratto.

A cura della redazione Dirigenti Industria 
01 novembre 2017