Robot e automazione per migliorare il lavoro

Dal convegno "Robot e automazione: le sfide per l’integrazione" del 14 Novembre 2019 presso la sede Gruppo 24 Ore un messaggio chiaro: "Le aziende che più investono in automazione sono anche quelle che più assumono. Non sono le tecnologie e gli algoritmi che licenziano le persone, ma l’assenza di investimenti in tecnologia e in formazione."

Roberto Zardoni 

Socio ALDAI Federanagr e Innovation Manager Certificato
L’agenda del convegno “Robot e automazione” organizzato da SPS Italia ha visto succedersi sul palco in due tavole rotonde i rappresentanti delle più importanti realtà aziendali di robotica (ABB, Fanuc, Kuka, Universal Robots, Yaskawa, Comau Robotics, Mitsubishi, Omron Electronics, Kawasaki Robotics), tutte impegnate nello sviluppo di robot evoluti dotati di capacità di Intelligenza Artificiale (IA) in grado di rendere sempre più efficace la coesistenza e la cooperazione uomo-robot.

Le due tavole rotonde sono state precedute da una “conversazione di robotica” con Arturo Baroncelli, Marco Bentivogli e Paolo Rocco.
Paolo Rocco, del Politecnico di Milano e membro del CdA di MADE, ha confermato il crescente interesse delle ricerche in ambito robot collaborativi, estendendone le potenzialità alla capacità, tramite l’IA, di interpretare le azioni e i movimenti dell’uomo al fine di prevederne il comportamento futuro e conseguentemente attuare/attivare autonomamente movimenti in grado di sincronizzarsi a quelli dell’essere umano con il quale collabora sullo stesso processo produttivo.

Baroncelli, Consigliere SIRI - Associazione Italiana di Robotica e Automazione, ha ricordato che l’Italia dell’export, prima ancora che food e moda, è meccatronica. Siamo tra i principali produttori mondiali di robotica e stiamo guadagnando terreno anche in termini di uso, di presenza della robotica nelle nostre fabbriche, di densità di robot per lavoratore.

Bentivogli, Segretario generale FIM-CISL, si è soffermato sulla stretta simbiosi esistente tra automazione e crescita e quindi tra crescita e occupazione. Gli esempi, sia Italiani che esteri, stanno dimostrando che l’automazione non è nemica dell’occupazione e che, anzi, le aziende che più investono in automazione sono anche quelle che più assumono. Ingredienti fondamentali sono, da un lato, la spinta strategica delle aziende ad abbracciare nuove tecnologie e una nuova organizzazione del lavoro e, dall’altro, una particolare attenzione alla preparazione ed alla formazione dei lavoratori. 

Il convegno è stato anche l’occasione per portare i risultati di una indagine del Politecnico di Milano svolta presso aziende leader mondiali nella costruzione di macchine. Giambattista Gruosso, professore del Politecnico di Milano, nel commentare tali risultati ha rilevato un marcato interesse nei confronti della robotica e un consolidamento del passaggio della robotica dalla fase di sperimentazione a quella dell’utilizzo in produzione.

Mi piace concludere questa breve sintesi del convegno con le parole di Marco Bentivogli: “non sono le tecnologie e gli algoritmi che licenziano le persone, ma l’assenza di investimenti in tecnologia e in formazione”.
Archivio storico dei numeri di DIRIGENTI INDUSTRIA in pdf da scaricare, a partire da Gennaio 2013.

I più visti

Contratto Dirigenti Industria 2019-2024

Il Contratto Nazionale di Lavoro dei dirigenti industria costituisce l’impegno fra le rappresentanze dei dirigenti e quelle datoriali sulla regolamentazione e gestione del rapporto di lavoro. Un documento Confindustria-Federmanager di 63 pagine aggiornato con l'accordo del 30 luglio 2019 è riassunto di seguito per facilitarne la consultazione.
01 ottobre 2019

Cariche sociali e lavoro dipendente

Il tema della sovrapposizione tra cariche sociali e rapporto di lavoro subordinato è sempre attuale e di estrema rilevanza, ed è stato oggetto negli anni di approfondimenti, tesi giurisprudenziali e dottrinali altalenanti. Di seguito un articolo in materia redatto dall’Avv. Riccardo Arnò, esperto in diritto del lavoro e previdenza, sulla base di una recente pubblicazione – apparsa su una rivista specialistica – a opera di Giulia Colombo, Dottoranda di ricerca in Diritto del lavoro, Università degli Studi di Udine. Il tema sarà approfondito dall'Avv. Arnò nel corso di un webinar che si terrà mercoledì 16 novembre 2022 alle ore 18
01 ottobre 2022

Riforma fiscale: quanto gli italiani pagano più dei francesi?

La legge delega per la riforma fiscale, approvata dal Consiglio dei Ministri il 16 marzo 2023, apre un confronto sull'equità e sulla semplificazione tributaria. Un'occasione per un confronto con le politiche tributarie di altri Paesi europei che iniziamo - in questa prima puntata - con la Francia, per rilevare che una famiglia italiana con due figli e un reddito di 100mila euro paga 26mila euro di tasse in più rispetto all'analoga famiglia francese.
01 maggio 2023

Rinnovo cariche sociali ALDAI – Triennio 2024-2027

Introduzione ai profili e alle modalità di votazione
15 aprile 2024

Rinnovo del Consiglio Direttivo ALDAI 2024-2027

Di seguito i 67 profili dei candidati per il rinnovo del Consiglio Direttivo ALDAI per il triennio 2024-2027
02 aprile 2024