Transizione digitale per la gestione commesse Giasini

Avviato con soddisfazione il progetto per conseguire un efficace sistema integrato di gestione delle commesse e dei relativi cicli di lavorazione

Salvatore Marinaro   

Associato ALDAI Federmanager, qualificato DIH Lombardia per le iniziative di Sviluppo PMI
Giasini Spa è fra le aziende italiane storiche operanti sul mercato della progettazione, costruzione e collaudo di stampi per iniezione di polimeri termoplastici e stampaggio lamiera, in grado di realizzare con la dovuta precisione articoli tecnici complessi di media e piccola dimensione.

Le attività produttive, gestite su commessa, sono effettuate nel proprio stabilimento di Grassobbio (BG).  L’azienda può contare su un organico di 30 dipendenti con cui realizza un fatturato annuo di circa 3 M€ operando, prevalentemente sul mercato italiano, per l’industria dell’auto, che assorbe metà della produzione, e per settori chiave quali energia, elettronica, difesa, pneumatica e idraulica.

Come tutte le imprese italiane d’eccellenza, l'impresa Giasini ha sviluppato e consolidato, nel corso degli anni, un importante know how nel proprio settore, facendo leva soprattutto sulle funzioni di progettazione, produzione e qualità, che costituiscono i punti di forza dell’azienda, dotandosi della necessaria tecnologia per tenersi al passo con gli standard di produttività richiesti dal mercato.

Maggiori informazioni sull'impresa nell'articolo-intervista all'amministratore delegato Guido Giasini dal titolo "Giasini, nuovi stili gestionali senza rinunciare alla flessibilità"

Con la recente accelerazione del progresso tecnologico e dovendo far fronte ad una clientela sempre più esigente (tempi di consegna e prezzi), la Direzione ha deciso di operare i necessari cambiamenti sia dal lato organizzativo che degli strumenti digitali, ormai imprescindibili, per implementare i processi aziendali. 

È in questo quadro e con questo spirito che l'azienda ha intrapreso nel 2018 un percorso di trasformazione digitale, iniziato con il lavoro di analisi del processo produttivo ai fini di ottimizzazione e di definizione dei conseguenti requisiti del Sistema Informativo, svolto dalla Servizi Confindustria Bergamo e dal team della stessa Giasini. 

La mappatura del processo core dell’azienda, ossia la gestione commesse, dalla richiesta d’offerta fino alla fatturazione, ha evidenziato che:
  • la gestione dei dati in azienda non era integrata; il sistema di produzione non dialogava col gestionale dell’amministrazione, con il CAD-CAM e non gestiva gli approvvigionamenti 
  • la gestione ed il controllo delle attività operative risultavano onerose, con difficoltà nella programmazione e nell’avanzamento commessa (es.: tempi di consegna non sempre affidabili) 
  • la Direzione Aziendale non disponeva di uno strumento che desse una visione chiara e precisa del processo, utile per indirizzare nuove strategie di business.
Al termine dell’analisi l'impresa ha valutato la sostituzione del software gestionale con un nuovo sistema, più evoluto, con cui implementare i collegamenti tra macchine utensili e gestionale e tra le varie funzioni aziendali, individuando un software più adatto alle proprie esigenze e pensato nello specifico per le aziende operanti nel settore produzione stampi.

Per motivi interni e a seguito delle note vicende legate all’emergenza sanitaria, il suddetto processo aveva subìto una battuta d’arresto, e l’acquisto del nuovo gestionale differito.

È a questo punto che l'impresa ha colto l’opportunità offerta dal Digital Innovation Hub per realizzare una verifica (assessment) delle opportunità della transizione ditale che ha restituito una fotografia molto dettagliata della realtà e delle possibili iniziative di sviluppo. A seguito dell'assessment l'impresa ha chiesto di essere affiancata da un manager, proponendo un progetto con il supporto dell'iniziativa lombarda Sviluppo PMI finanziata da Confindustria e Federmanager tramite l'associazione paritetica 4.Manager, che riprendesse il progetto di transizione digitale e supportasse l’azienda nei lavori d’implementazione del nuovo gestionale di produzione.

Il supporto è iniziato con una verifica puntuale della mappatura realizzata nel 2018, effettuata con interviste ai responsabili di ciascuna attività del processo di gestione commesse. È stata prodotta un’analisi sinottica dei requisiti, discussa è validata con la Direzione, che ha permesso da un lato di confermare la conformità delle funzionalità del nuovo sistema gestionale con i requisiti aziendali, senza la necessità di personalizzazioni, e sul piano della procedura di evidenziare alcune aree di miglioramento, quali ad esempio quelle relative alla gestione documentale ed al controllo della giacenza di magazzino in fase di ordine d’acquisto materiali.

Il secondo step è stato il riprendere i contatti con la società Vero Project fornitrice del sistema di gestione "Workplan" per chiedere l’aggiornamento dell’offerta ed effettuare un’analisi comparativa di dettaglio rispetto al primo preventivo. L'applicazione ha confermato l'adeguatezza alle specifiche funzionali richieste e le condizioni sono risultate migliorative sia per il prezzo che per il contenuto (maggior n° di licenze e n° di moduli inclusi). L’impegnativa d’acquisto è stata quindi emessa, in tempo utile per fruire delle agevolazioni fiscali per l’acquisto di nuovo software. 

A seguito dell’ordine d’acquisto lo scorso dicembre è iniziata l’installazione del nuovo gestionale, in modalità remota ed è stato definito un calendario di installazione dei vari moduli acquistati. 

Le milestone d’installazione sono state definite in modo da consentire l’alimentazione del nuovo sistema con i necessari dati gestionali (anagrafiche, cicli, etc.), l’erogazione della formazione ed un relativo primo utilizzo che fosse graduale e che non compromettesse la continuità dell’operatività aziendale.

Salvatore Marinaro

Salvatore Marinaro

In parallelo ed allo scopo di avere una misura del miglioramento del processo, è stata proposta e condivisa con la Direzione una serie di KPI – indicatori di prestazione chiave, aventi per oggetto le tempistiche medie registrate con il vecchio gestionale negli ultimi due anni di operatività per avere una baseline di confronto con i nuovi tempi medi di gestione, che saranno man mano registrati su un arco temporale di almeno sei mesi, per portarsi nella parte piatta della curva di apprendimento.

A fronte dell’analisi dei requisiti e delle migliorie di processo, erano state definite e condivise con la Direzione le modifiche da implementare con l’adozione del nuovo gestionale, che vengono man mano verificate in modo puntuale a cominciare dai processi commerciale, preventivi e gestione commesse, le cui verifiche hanno dato esito positivo. Non sono state riscontrate anomalie o non conformità e, relativamente ai moduli già rodati, gli utilizzatori iniziano a esprimere soddisfazione per il nuovo gestionale. Nell'attuale fase di transizione il precedente sistema gestionale Unix è mantenuto prudenzialmente ancora attivo.

Pur considerando che la formazione ed il rodaggio di tutti i moduli del nuovo gestionale siano ancora in corsa, si ritiene che il sistema integrato stia consentendo di snellire il processo di gestione ed elaborazione dati e che l’obiettivo di un puntuale monitoraggio (tempi e costi) dello stato di avanzamento di ogni commessa  Giasini Spa verrà raggiunto.
Guido Giasini - Amministratore Delegato Giasini SpA

Guido Giasini - Amministratore Delegato Giasini SpA

Nell'incontro conclusivo di condivisione dei risultati del progetto, l'amministratore delegato Ing. Guido Giasini ha ringraziato per il supporto ricevuto commentando: "Siamo assolutamente soddisfatti per il supporto dell'Ing. Marinaro all'avviamento del progetto. L'attività realizzata insieme nei primi due mesi ha permesso di completare, nei tempi previsti, le verifiche per conseguire il finanziamento aggiudicato all'impresa. Il supporto alla prima fase di implementazione ha permesso di utilizzare con soddisfazione le funzionalità CRM e abbiamo acquisito dall'ing. Marinaro utili metodologie per la verifica delle funzionalità e delle relazioni con il fornitore dell'applicativo per considerare ben avviata la transizione digitale al nuovo sistema".

I complimenti all'imprenditore Giasini per la lungimiranza e l'impegno nel valorizzare il capitale umano dell'impresa, investendo anche in soluzioni che favoriscono la crescita professionale e la qualità del lavoro dei collaboratori. Una squadra che saprà certamente cogliere le opportunità della transizione digitale
Archivio storico dei numeri di DIRIGENTI INDUSTRIA in pdf da scaricare, a partire da Gennaio 2013.

I più visti

Contratto Dirigenti Industria 2019-2023

Il Contratto Nazionale di Lavoro dei dirigenti industria costituisce l’impegno fra le rappresentanze dei dirigenti e quelle datoriali sulla regolamentazione e gestione del rapporto di lavoro. Un documento Confindustria-Federmanager di 63 pagine aggiornato con l'accordo del 30 luglio 2019 è riassunto di seguito per facilitarne la consultazione.
01 ottobre 2019

Conviene riscattare gli anni di Università per anticipare la pensione?

Il 24 febbraio si è tenuto un webinar con partecipazione record di centinaia di manager, sul tema "Riscatto di laurea in forma ordinaria o agevolata?"
01 aprile 2022

Contratti a confronto

Proseguendo nell’esercizio iniziato con il confronto tra il CCNL Nazionale Dirigenti Industria ed il contratto Fiat, proponiamo ora il confronto del testo di riferimento con il CCNL Nazionale Dirigenti Commercio.
01 gennaio 2017

Politiche Attive per lo Sviluppo delle Piccole e Medie Imprese

I risultati in Lombardia: 107 Assessment e 14 Progetti di Sviluppo a favore delle PMI, 43 Manager coinvolti e 22 percorsi Mentor2Manager.

L’inflazione è una tassa ingiusta sugli onesti

L'inflazione è la conseguenza di uno squilibrio economico generato dai cambiamenti di mercato che comporta l'erosione dei capitali monetari e la perdita del potere di acquisto dei redditi di lavoro dipendente e delle pensioni
01 agosto 2022