Prime evidenze dai percorsi di outplacement sviluppati con il supporto di 4.Manager

L’emergenza sanitaria dovuta alla diffusione del virus Covid-19 ha messo a dura prova l’Italia, non solo per quanto riguarda la salute pubblica ma anche più complessivamente per la tenuta sociale ed economica del Paese

a cura della Redazione di 4.Manager

Imprenditori e manager insieme stanno affrontando un periodo difficile che non può essere superato senza un lavoro di squadra, mettendo a disposizione le proprie esperienze e competenze.
Bisogna rafforzare l’employability dei dirigenti per non disperdere il loro bacino di competenze e creare le migliori strategie per prevenire gli impatti negativi della pandemia sull’occupazione e sulla produzione.
È necessario un impegno costante del mondo associativo per impedire il depauperamento del patrimonio di competenze manageriali, indispensabile per la tenuta e il rilancio dei nostri territori.

Federmanager e Confindustria sono state quindi lungimiranti quando - nel rinnovo del CCNL dei Dirigenti di aziende produttrici di beni e servizi del 30 luglio 2019 - hanno previsto la possibilità di favorire politiche attive concrete. 
In pratica, 4.Manager concorre alla copertura del costo del percorso di outplacement del dirigente (fino a un massimo di 3.000 euro ciascuno), sostenuto da imprese interessate da processi di ristrutturazione/riorganizzazione aziendale o che, comunque, intendano risolvere il rapporto di lavoro per fondati motivi. 
Il percorso deve essere realizzato esclusivamente avvalendosi di società convenzionate con 4.Manager, selezionate per garantire elevati standard di affidabilità e qualità (l’elenco è pubblico e consultabile sul sito 4.Manager) e deve avere un costo non inferiore a 7.000 € + IVA. 

In particolare, sono previsti la realizzazione di 9 incontri, la produzione di 8 output e lo svolgimento di almeno 3 colloqui del dirigente con imprese in linea con le esigenze emerse nel percorso. Fra i punti di forza dell’iniziativa, la strategia di ricerca di nuove opportunità professionali, la rapidità, la qualità delle attività, la creazione di un network solido e monitorato. Inoltre, il percorso vuole avvicinare i manager in uscita ad altre aziende potenzialmente interessate ad acquisire le loro competenze.
La procedura avviata da 4.Manager rappresenta una novità importante nell’ambito del panorama nazionale delle politiche attive del lavoro.
L’attività è partita di recente e al 20 aprile sono stati già attivati 49 percorsi. I primi 15 si sono conclusi, a valle dei quali 13 Dirigenti sono già impegnati in nuove attività (contratto a tempo indeterminato, autoimprenditorialità, consulenza) e 2 proseguono nell’attività di ricerca.

È evidente che il progetto è in una fase di startup ed è in corso una situazione delicata di incertezza dovuta alla terza ondata della pandemia, ma comunque l’opportunità che offre 4.Manager è immediatamente e facilmente attivabile.

Dal punto di vista imprenditoriale, oltre al vantaggio economico previsto dal contributo di 4.Manager, il percorso si delinea come uno strumento di welfare aziendale e i benefici per un’impresa dall’utilizzo dell’outplacement sono molteplici. Ad esempio, l’impresa riscontra benefici in termini di Corporate Social Responsibility e in termini reputazionali. Risulta essere una scelta eticamente ed economicamente responsabile alla quale sempre di più guardano i consumatori e il mercato. Può creare una gestione positiva sul clima aziendale e sul contesto sociale dell’azienda.

Per i manager che stanno affrontando il delicato momento di uscita dal contesto aziendale l’attivazione di tale percorso incrementa le probabilità di trovare una nuova posizione professionale; fornisce supporto psicologico per il superamento della situazione di crisi lavorativa; potrebbe ridurre i tempi di ricerca di un nuovo lavoro; sostiene l’analisi delle proprie competenze e prevede eventuali gap da colmare; aggiorna i manager sui possibili canali di ricollocamento; mette a disposizione supporti logistici e strumenti tecnici.

Infine, un ulteriore aspetto qualificante del percorso è quello di sostenere il territorio nella continua managerializzazione del suo tessuto produttivo per contare su quelle competenze necessarie ad uno sviluppo sostenibile e resiliente della comunità ora e in futuro.
4.Manager è impegnata quotidianamente con una serie di iniziative per promuovere il percorso di outplacement anche con azioni mirate sul sistema delle imprese e dei manager attraverso incontri e webinar finalizzati a sostenere la diffusione di queste opportunità.
Diffondere e conoscere il percorso di outplacement fa parte anche dell’impegno per una nuova cultura d’impresa e delle politiche attive che veda nella valorizzazione delle competenze manageriali una leva di sviluppo competitivo.
Ogni attore di questa iniziativa devono farsi parte attiva nel promuovere e favorire l’utilizzo dei percorsi di outplacement, al fine di proteggere e migliorare i livelli di occupazione e produttività.
In particolare, per poter attivare il sostegno di 4.Manager, è fondamentale che il percorso di outplacement sia previsto negli accordi di conciliazione. 

Creare sinergie costanti e strutturate sulle politiche attive, e più in particolare sull’outplacement, può contribuire a uno sviluppo armonico, inclusivo e partecipativo di tutti gli operatori coinvolti per favorire la coesione e il progresso dei territori e dell’intero Sistema Paese.

Archivio storico dei numeri di DIRIGENTI INDUSTRIA in pdf da scaricare, a partire da Gennaio 2013.

I più visti

Contratto Dirigenti Industria 2019-2023

Il Contratto Nazionale di Lavoro dei dirigenti industria costituisce l’impegno fra le rappresentanze dei dirigenti e quelle datoriali sulla regolamentazione e gestione del rapporto di lavoro. Un documento Confindustria-Federmanager di 63 pagine aggiornato con l'accordo del 30 luglio 2019 è riassunto di seguito per facilitarne la consultazione.
01 ottobre 2019

Videoconferenza ZOOM

Le restrizioni agli incontri per evitare il contagio coronavirus impongono soluzioni alternative per evitare la paralisi delle attività. È l'occasione per scoprire le soluzioni Smart Working: per lavorare in team, realizzare riunioni, partecipare ai seminari, sempre a distanza. Sono numerose e gratuite le soluzioni per videoconferenza, dalle più diffuse come Skype alle più professionali come ZOOM che ALDAI-Federmanager utilizza da due anni per favorire la partecipazione gratuita agli incontri milanesi senza muovere un passo.
A cura della redazione 
01 aprile 2020

Opportunità della trasformazione digitale

In un contesto di continua innovazione tecnologica e volatilità dei mercati gli imprenditori e i manager dovrebbero dedicare almeno un giorno per controllare lo stato di salute dell’azienda e aggiornare la strategia, valutando le aree di miglioramento, le possibili minacce e le opportunità di sviluppo.
01 aprile 2021

Rinnovo cariche sociali ALDAI – Triennio 2021-2023

Introduzione ai profili ed alle modalità di votazione.
A cura del Comitato Elettorale 
01 maggio 2021