Contratti a confronto

Proseguendo nell’esercizio iniziato con il confronto tra il CCNL Nazionale Dirigenti Industria ed il contratto Fiat, proponiamo ora il confronto del testo di riferimento con il CCNL Nazionale Dirigenti Commercio.

Servizio Sindacale ALDAI

Proseguendo nell’esercizio iniziato con il confronto tra il CCNL Nazionale Dirigenti Industria ed il contratto Fiat, proponiamo ora il confronto  del testo di riferimento con il CCNL Nazionale Dirigenti Commercio.
Le tabelle che seguono, fornite essenzialmente per evidenziare i principali scostamenti  tra i due testi, non hanno pretesa di esaustività: una loro versione più dettagliata sarà disponibile sulla rivista digitale.
In sintesi, per punti, si può commentare quanto segue:
  • Il CCNL Commercio anticipa una serie di strumenti di “welfare”, non presenti nel testo dell’Industria, che testimoniano il crescente impegno dei nuovi testi contrattuali verso gli strumenti indiretti di supporto all’attività lavorativa dei dirigenti.
  • Esistono ancora sostanziali differenze nel trattamento economico, in quanto il CCNL Commercio ha mantenuto incrementi retributivi nel periodo di vigenza, che sono invece del tutto spariti nel testo dell’Industria.
  • Gli scatti di anzianità, presenti nell’Industria come un residuo “storico” in fase di eliminazione, sono stati completamente aboliti nel testo del Commercio.
  • La retribuzione variabile, della quale il testo dell’Industria ha prefigurato l’obbligatorietà almeno per i soggetti al minimo contrattuale, non è specificamente normata nel CCNL Commercio, dove rimane facoltativa.
  • Nel Contratto del Commercio, ugualmente, è assente il riconoscimento dell’indennità di trasferta.
Le differenze evidenziate e qualcun’altra minore non smentiscono il sostanziale parallelismo di approccio tra i due testi e si configurano come elementi sostanzialmente accessori, che non configurano una valutazione particolarmente differenziata dei due accordi.
Cliccando "Contratto Dirigenti Industria in scadenza nel 2018" è possibile accedere al Contratto dirigenti industria in vigore fra Confindustria e Federmanager.
Archivio storico dei numeri di DIRIGENTI INDUSTRIA in pdf da scaricare, a partire da Gennaio 2013.

I più visti

Contratto Dirigenti Industria 2018

Il Contratto Nazionale di Lavoro dei dirigenti industria costituisce l’impegno fra le rappresentanze dei dirigenti e quelle datoriali sulla regolamentazione e gestione del rapporto di lavoro. Un documento Confindustria-Federmanager di 63 pagine riassunto di seguito per evidenziare gli aspetti essenziali, facilitare la consultazione e valutare aree di miglioramento da proporre alla Commissione Sindacale.
01 ottobre 2018

Firmato il contratto Dirigenti con Confindustria

Roma, 30 luglio 2019 – Federmanager e Confindustria hanno firmato l’accordo che rinnova il CCNL dei dirigenti di aziende produttrici di beni e servizi. Il nuovo contratto decorre dal 1° gennaio 2019 e ha una durata di 5 anni, con scadenza 31 dicembre 2023.
01 agosto 2019

Contratti a confronto

Proseguendo nell’esercizio iniziato con il confronto tra il CCNL Nazionale Dirigenti Industria ed il contratto Fiat, proponiamo ora il confronto del testo di riferimento con il CCNL Nazionale Dirigenti Commercio.
01 gennaio 2017

Molto importanti le competenze manageriali per le prospettive di sviluppo delle imprese

Lo ritiene il 53% degli imprenditori intervistati dall’Osservatorio 4.Manager in occasione dell’evento Connext dello scorso febbraio. L'Osservatorio costituisce un riferimento di valore per Imprenditori e Manager; una fonte di informazioni utile per lo sviluppo delle imprese.
01 giugno 2019

CCNL Dirigenti Industria 2019-2023

Testo dell'accordo riservato ai lettori Dirigenti Industria registrati.
01 agosto 2019

I temi del rinnovo contrattuale

Sintesi riservata ai lettori registrati Dirigenti Industria della comunicazione del Direttore Generale Federmanager per illustrare i contenuti dell’accordo di rinnovo.
01 agosto 2019