Fasi: leggiamo cosa c'è di nuovo…

Non possiamo certamente dire che il Fasi ha iniziato questo nuovo anno in sordina.

Cristiana Scarpa 

Responsabile Servizio Fasi-Assidai di ALDAI

Sempre attento ai propri iscritti, il Fasi propone per il 2018 importanti novità. Con il nuovo nomenclature tariffario odontoiatrico rivisto e semplificato, il restyling del sito nella pagina dedicata alle strutture convenzionate, l’inserimento di un nuovo pacchetto di prevenzione dedicato ai bambini e con l'inserimento della clausola provvisoria per la non applicazione del contributo di ingresso per i dirigenti in servizio che si iscrivono nell'anno 2018, il Fasi mantiene alto il livello di assistenza, ma soprattutto lo fa senza aumentare i contributi.

Ecco alcuni passaggi della lettera inviata agli assistiti dal Presidente e dal Vice Presidente Fasi.

«Con decorrenza dal 1° gennaio e per tutto il 2018, è stata inserita, all'interno del Regolamento del Fondo, una clausola provvisoria in virtù della quale, non verrà applicata alcuna quota d'ingresso a tutte le domande di iscrizione che perverranno, da parte di dirigenti in servizio, nel corso dell'anno.
Sempre dal 1° gennaio, sono entrate in vigore delle modifiche al nostro Tariffario Odontoiatria. Tali modifiche sono di dettaglio e consistono essenzialmente nella semplificazione di alcune prestazioni che sono state raggruppate, in una migliore descrizione delle prestazioni stesse, nell'inserimento del rimborso della componentistica protesica in caso di impianto e nell'introduzione di un nuovo pacchetto prevenzione oltre agli altri già presenti.
Il nuovo pacchetto prevenzione, che abbiamo denominato “Bimbi”, è rivolto ai figli più piccoli dei nostri dirigenti iscritti, sempre a totale carico del Fasi ed usufruibile solo in forma diretta presso la rete delle nostre strutture sanitarie convenzionate e prevede, come prestazioni, una visita con igiene preventiva e la sigillatura dei molari/premolari (superiori e inferiori). Questo perché desideriamo prenderci cura dei nostri assistiti sin dalla loro tenera età, sempre più convinti che la prevenzione sia un assioma culturale imprescindibile, per la nostra e vostra salute, del quale da anni ormai ci facciamo promotori.
…È inoltre in fase di ultimazione, la nuova Area Riservata alla quale potrete accedere direttamente dal sito istituzionale del Fondo e dall’App Fasi (che Vi invitiamo a scaricare sul Vostro smartphone qualora non lo abbiate già fatto). Si tratterà non solo di un restyling delle pagine che la compongono, ma anche di un miglioramento della fruibilità delle stesse in termini di praticità, rimanendo del tutte invariate le modalità di inoltro delle richieste di rimborso.
Riguardo al sito Fasi, abbiamo inoltre pensato a come poter incrementare le informazioni a disposizione dei nostri assistiti circa le strutture con noi convenzionate; da qui l'idea, anch'essa in fase di ultimazione, di implementare il nostro portale dedicato alle convenzioni con delle schede personalizzate, che i professionisti e i centri di eccellenza, che annoveriamo nella nostra rete di convenzionamento, possono compilare aggiungendo maggiori specifiche ed indicazioni (ad esempio come raggiungere le strutture, i servizi ulteriori di cui esse dispongono e una bacheca all'interno della quale comunicare eventi e campagne dedicate)».

Non è cosa da poco, considerando che l'ultimo aumento contributivo risale al 2015. Avete mai pensato all'importanza di una assistenza sanitaria integrativa che garantisce la reversibilità al coniuge, che offre la copertura in tutto il mondo, che fornisce il riconoscimento delle prestazioni odontoiatriche, il ricovero in lunga degenza e il sussidio per la non autosufficienza senza limiti di età? Quale migliore promessa di tranquillità per il futuro si può pensare di avere oggi? E tutto questo, quanto costa?
Di seguito riportiamo una tabella riepilogativa dei costi del Fasi.

Archivio storico dei numeri di DIRIGENTI INDUSTRIA in pdf da scaricare, a partire da Gennaio 2013.

I più visti

Contratti a confronto

Proseguendo nell’esercizio iniziato con il confronto tra il CCNL Nazionale Dirigenti Industria ed il contratto Fiat, proponiamo ora il confronto del testo di riferimento con il CCNL Nazionale Dirigenti Commercio.
01 gennaio 2017

Nuovo contratto Confapi-Federmanager

In anticipo rispetto alla scadenza, lo scorso 16 novembre 2016 si è raggiunto l’accordo tra le parti per il rinnovo del CCNL dei dirigenti e quadri superiori delle piccole e medie aziende produttrici di beni e servizi. La decorrenza del CCNL va dal 01.01.2017 al 31.12.2019. L’obiettivo delle Parti è stato quello di apportare quegli interventi contrattuali necessari a favorire il rilancio della competitività delle PMI attraverso l’incremento delle professionalità manageriali.

 
01 marzo 2017

Contratto Dirigenti in scadenza nel 2018

Il contratto Confindustria-Federmanager in vigore dal 1° gennaio 2015 scadrà il 31 dicembre 2018. I lettori che hanno ricevuto e attivato l'accesso agli articoli riservati agli associati possono scaricare di seguito il contratto in vigore per aprire un consapevole confronto per il rinnovo del contratto.

A cura della redazione Dirigenti Industria 
01 novembre 2017

C.C.N.L. DIRIGENTI DI AZIENDE PRODUTTRICI DI BENI E SERVIZI

Accordo 30 dicembre 2014 tra Federmanager e Confindustria

In un contesto di economia globale e di internazionalizzazione, sempre più frequentemente ci viene richiesta una versione inglese del Contratto Collettivo.
01 novembre 2017

Termine presentazione domanda Naspi a seguito di licenziamento individuale

Hot mail con il nostro esperto INPS. Sono un dirigente di 56 anni licenziato a maggio 2016 per giustificato motivo oggettivo con dispensa dal preavviso lavorato e corresponsione della relativa indennità sostitutiva di 12 mesi.
26 settembre 2016

Polizza assicurativa in favore del dirigente

Riportiamo una nota a sentenza di Alberto Sbarra in merito ad una pronuncia del Tribunale di Milano sulla polizza assicurativa in favore dei dirigenti. La sentenza, per chi avesse interesse a consultarla, è reperibile presso il Servizio Sindacale ALDAI oppure nella rivista Dirigenti Industria digitale.
01 marzo 2017