FASI Siamo Noi

Il Fondo, da sempre ispirato ai principi di mutualità e solidarietà intergenerazionale, modificherà le norme di iscrizione premiando la fedeltà degli iscritti e ricompensando il loro senso di appartenenza. Ultima chiamata: i dirigenti che ad oggi non risultano iscritti, pur avendone i requisiti, possono inoltrare l’iscrizione entro il 31.03.2019, acquisendo in questo modo il diritto al mantenimento dell’iscrizione una volta in pensione.

Marcello Garzia

Presidente Fasi
L’anno 2019 rappresenterà per il Fasi una tappa fondamentale del progetto, iniziato 41 anni fa, che ci ha visto precursori delle tutele contrattuali sulla sanità integrativa.

È importante non dimenticare che il “FASI siamo noi” e tutti insieme partecipiamo alla sua sostenibilità nel medio lungo periodo.

Con questo obiettivo ci siamo mossi e continueremo a muoverci nella direzione di aumentare la base dei nostri iscritti attivi e nello stesso tempo di “fidelizzare” i nostri associati.

Vediamo cosa cambia dal 1° gennaio 2019:

  

Aziende:

Dal 1° gennaio 2019 potranno iscriversi al Fondo esclusivamente le aziende che aderiscono al Fasi per l’assistenza dei propri dirigenti in servizio. Rimarranno comunque iscritte al Fondo le aziende che utilizzano Fondi alternativi, ma già iscritte alla data del 01.01.2019.

Dirigenti Pensionati

Potranno mantenere l’iscrizione al Fondo, in qualità di pensionati, tutti quei dirigenti che abbiano maturato una anzianità di iscrizione al Fasi, quali dirigenti in servizio, di almeno 10 anni.

Potranno altresì iscriversi, in qualità di pensionati, tutti quei dirigenti in forza per almeno 10 anni presso aziende che utilizzano altri Fondi per l’assistenza dei dirigenti in servizio, già iscritte al Fasi alla data del 01.01.2019.

Queste due categorie di dirigenti pensionati potranno accedere alla riduzione massima del contributo.

Dirigenti Pensionati Convenzionali

Potranno mantenere l’iscrizione al Fondo, in qualità di pensionati, in via convenzionale:

  • I dirigenti che non hanno maturato una anzianità di iscrizione al Fasi, in qualità di dirigenti in servizio, di almeno 10 anni, ma che hanno aderito al Fondo entro 6 mesi dalla data di prima nomina
  • I dirigenti che non hanno maturato una anzianità di iscrizione al Fasi, in qualità di dirigenti in servizio, di almeno 10 anni, ma che hanno mantenuto l’iscrizione in via convenzionale dopo la cessazione del rapporto di lavoro, per più di 8 anni.
  • I dirigenti in forza per meno di 10 anni presso aziende che utilizzano altri Fondi per l’assistenza dei dirigenti in servizio, già iscritte al Fasi alla data del 01.01.2019.
  • I dirigenti che non hanno maturato una anzianità di iscrizione al Fasi, in qualità di dirigenti in servizio, di almeno 10 anni, ma che risultano iscritti al Fondo alla data del 01.04.19

Opportunità per i Dirigenti

Tutti i dirigenti che ad oggi non risultano iscritti, pur avendone i requisiti, possono comunque inoltrare l’iscrizione entro il 31.03.2019, acquisendo in questo modo il diritto al mantenimento dell’iscrizione una volta in pensione.

I dirigenti nominati da più di sei mesi che inoltreranno la domanda successivamente alla data del 31 marzo 2019 non potranno mantenere l’iscrizione al Fondo in qualità di pensionati senza aver maturato 10 anni di iscrizione in qualità di dirigenti in servizio.

Per questo motivo il Fasi vuole dare l’opportunità a tutti i dirigenti attualmente in forza presso le aziende che utilizzano il Fasi per l’assistenza dei propri dirigenti in servizio di acquisire il diritto di mantenimento dell’iscrizione da pensionati, in via convenzionale, entro e non oltre il termine del 31 marzo 2019.

Tale opportunità non riguarda i dirigenti in forza presso aziende che utilizzano Fondi alternativi per l’assistenza dei dirigenti in servizio, la cui iscrizione è regolata da differenti norme.

Per ulteriori chiarimenti e/o approfondimenti potete rivolgervi al contact center FASI.

Cliccando di seguito è possibile scaricare il documento in formato pdf.

Fasi novita statuto 2019

fasi-novita-statuto-2019.pdf

Archivio storico dei numeri di DIRIGENTI INDUSTRIA in pdf da scaricare, a partire da Gennaio 2013.

I più visti

Contratto Dirigenti Industria 2018

Il Contratto Nazionale di Lavoro dei dirigenti industria costituisce l’impegno fra le rappresentanze dei dirigenti e quelle datoriali sulla regolamentazione e gestione del rapporto di lavoro. Un documento Confindustria-Federmanager di 63 pagine riassunto di seguito per evidenziare gli aspetti essenziali, facilitare la consultazione e valutare aree di miglioramento da proporre alla Commissione Sindacale.
01 ottobre 2018

Contratti a confronto

Proseguendo nell’esercizio iniziato con il confronto tra il CCNL Nazionale Dirigenti Industria ed il contratto Fiat, proponiamo ora il confronto del testo di riferimento con il CCNL Nazionale Dirigenti Commercio.
01 gennaio 2017

Nel pieno del rinnovo contrattuale

Come procede il dialogo Confindustria Federmanager per regolare il rapporto di lavoro riconoscendo il merito dei dirigenti?
01 giugno 2019

Verso il rinnovo contrattuale

Come si prefigura la strategia negoziale
01 marzo 2019

Firmato il Decreto MISE Innovation Manager

In occasione dell'Assemblea Federmanager 10 maggio 2019 il Ministro per i rapporti con il Parlamento e la democrazia diretta nel Governo, Riccardo Fraccaro, ha confermato la firma del Decreto direttoriale per l'aggiornamento dell'Albo degli esperti in innovazione i cui servizi saranno finanziabili con il Voucher Innovation Manager.
01 giugno 2019

Nuovo contratto Confapi-Federmanager

In anticipo rispetto alla scadenza, lo scorso 16 novembre 2016 si è raggiunto l’accordo tra le parti per il rinnovo del CCNL dei dirigenti e quadri superiori delle piccole e medie aziende produttrici di beni e servizi. La decorrenza del CCNL va dal 01.01.2017 al 31.12.2019. L’obiettivo delle Parti è stato quello di apportare quegli interventi contrattuali necessari a favorire il rilancio della competitività delle PMI attraverso l’incremento delle professionalità manageriali.

 
01 marzo 2017