Il CCNL Federmanager-Confapi gioca al rialzo

Tante le novità del rinnovo contrattuale per dirigenti, quadri superiori e professional delle Pmi produttrici di beni e servizi.

Direttore Generale Federmanager
La contrattazione collettiva è il campo elettivo per chi, come noi, crede nel valore delle relazioni industriali: quando sono orientate a migliorare le condizioni di lavoro, abbandonano la logica di contrapposizione in favore di una dinamica vantaggiosa per tutti. Sono state perfezionate, così, le regole del rapporto di lavoro per i dirigenti delle Pmi. È accaduto lo scorso 17 dicembre, con la firma dell’accordo di rinnovo del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro per dirigenti, quadri superiori e professional delle piccole e medie aziende produttrici di beni e servizi rappresentate da Confapi. L’accordo, in vigore per il triennio 2020-2023, garantisce un’efficace tutela ai lavoratori interessati e presenta diverse novità di rilievo.

Una su tutte: aumenta il minimo contrattuale previsto per i dirigenti, che arriverà fino a 74 mila euro lordi annui nel 2023, demarcando un significativo +4% rispetto alla retribuzione minima attuale. Un risultato importante, con riflessi anche sulla retribuzione dei quadri superiori, per i quali, già dal 2020, la soglia minima passa da 45 mila a 47 mila euro lordi annui.

Per rispondere a tutte le evenienze riguardanti il rapporto lavorativo, abbiamo rimodulato la griglia della mensilità di preavviso e di quelle aggiuntive in caso di licenziamento ingiustificato, in analogia con la contrattualistica vigente in altri settori.
In tema di previdenza complementare, il massimale contributivo al Fondo Previndapi passa a 180 mila euro rispetto agli attuali 150; in tema di sanità integrativa è stata estesa fino al 2023 la convenzione tra il Fondo Fasdapi e Assidai. Quest’ultimo garantirà, fino al 31 dicembre 2023, le coperture sanitarie integrative previste dal Ccnl per dirigenti, quadri superiori, amministratori e/o titolari di Pmi e professional.

Siamo intervenuti anche su casi particolarmente delicati come quelli di morte e invalidità permanente. Due fattispecie che, in considerazione degli interessi da tutelare, vedono un aumento del massimale assicurativo che passa da 220 a 300 mila euro.

Altra grande novità l’attenzione specifica dedicata alle donne, con l’inserimento di due articoli riservati a pari opportunità e genitorialità: l’Osservatorio contrattuale, nato all’interno della Fondazione IDI, si occuperà di recepire e diffondere le best practice dei diversi contesti aziendali, con l’obiettivo di eliminare il gender pay gap, ossia l’iniquo divario retributivo tra uomo e donna, e valorizzare la funzione genitoriale. A questi interventi si somma l’impegno di Federmanager e Confapi per le politiche attive del lavoro. A partire da gennaio 2020, infatti, i manager e le aziende aderenti al Fondo Pmi Welfare manager possono beneficiare di una dotazione finanziaria aggiuntiva per supportare i processi di trasformazione digitale e la diffusione della figura dell’Innovation manager. Aver previsto soluzioni su tematiche di grande attualità come queste è un’ulteriore manifestazione dei buoni effetti della negoziazione in cui le parti sanno giocare al rialzo.
Archivio storico dei numeri di DIRIGENTI INDUSTRIA in pdf da scaricare, a partire da Gennaio 2013.

I più visti

Contratto Dirigenti Industria 2019-2023

Il Contratto Nazionale di Lavoro dei dirigenti industria costituisce l’impegno fra le rappresentanze dei dirigenti e quelle datoriali sulla regolamentazione e gestione del rapporto di lavoro. Un documento Confindustria-Federmanager di 63 pagine aggiornato con l'accordo del 30 luglio 2019 è riassunto di seguito per facilitarne la consultazione.
01 ottobre 2019

Conviene riscattare gli anni di Università per anticipare la pensione?

Il 24 febbraio si è tenuto un webinar con partecipazione record di centinaia di manager, sul tema "Riscatto di laurea in forma ordinaria o agevolata?"
01 aprile 2022

Contratti a confronto

Proseguendo nell’esercizio iniziato con il confronto tra il CCNL Nazionale Dirigenti Industria ed il contratto Fiat, proponiamo ora il confronto del testo di riferimento con il CCNL Nazionale Dirigenti Commercio.
01 gennaio 2017

Politiche Attive per lo Sviluppo delle Piccole e Medie Imprese

I risultati in Lombardia: 107 Assessment e 14 Progetti di Sviluppo a favore delle PMI, 43 Manager coinvolti e 22 percorsi Mentor2Manager.

L’inflazione è una tassa ingiusta sugli onesti

L'inflazione è la conseguenza di uno squilibrio economico generato dai cambiamenti di mercato che comporta l'erosione dei capitali monetari e la perdita del potere di acquisto dei redditi di lavoro dipendente e delle pensioni
01 agosto 2022