La prevenzione secondo il Fasi

Fasi propone ben 17 pacchetti prevenzione studiati in base all'età e all'incidenza di determinate malattie

A cura dell'Ufficio Comunicazione Fasi

Il 2022 è stata l’occasione per il Fasi, il Fondo di sanità integrativa dei dirigenti industriali, di partecipare come main sponsor all’iniziativa promossa da Federmanager e realizzata all’interno del Premio annuale Giovane Manager incentrata sul wellbeing, che ha indagato non solo sulle strategie aziendali finalizzate a elevare il livello di benessere nel mondo del lavoro ma anche sugli elementi in grado di influenzare gli stili di vita e i comportamenti sanitari della popolazione manageriale.

Lo studio dei dati riguardanti il ciclo di vita dell’individuo e l’attenzione rivolta al suo benessere generale, difatti, forniscono la guida per l’ampio progetto di prevenzione sanitaria che il Fondo, da sempre attento allo stato di salute dei propri iscritti, ha intenzione di portare avanti.

Avviato nel 2011, il progetto Prevenzione del Fasi, ha rappresentato una vera e propria sfida culturale.
Sappiamo che sono sempre più importanti le "azioni" che ogni persona può compiere responsabilmente durante la propria vita per evitare o ritardare la comparsa di alcune patologie o per ridurne la gravità.

I singoli individui possono mitigare il rischio di sviluppare patologie adottando comportamenti salutari come seguire una corretta alimentazione, svolgere regolarmente un’attività fisica, monitorare alcune funzionalità durante la fase del sonno.

I test di screening, inoltre, consentono di scoprire la presenza di alcune malattie allo stato iniziale attraverso l'esecuzione di semplici esami. Questa possibilità di "diagnosi precoce" permette di intervenire quando la malattia è all'esordio attraverso terapie che di norma possono portare alla completa guarigione o comunque aumentare le opportunità terapeutiche.

Gli obiettivi che il Fasi si continua a porre dal 2011 sono quelli di informare, assistere e stimolare la consapevolezza individuale, affinché ogni persona diventi protagonista e responsabile della propria salute e delle proprie scelte. Tale intento si concretizza attraverso l’offerta di numerosi pacchetti di prevenzione, studiati in base all’età e all’incidenza di determinate malattie, per la diagnosi precoce di alcune importanti patologie sanitarie. 

Il Fasi non vuole limitarsi ad assistere gli iscritti nel momento di difficoltà, ma aiutarli a fare tutto ciò che è possibile per evitare o ritardare questo momento. Perché è la scienza che ci dice che è possibile.

I Pacchetti Prevenzione sono completamente gratuiti per gli assistiti dal Fondo e sono usufruibili una volta l’anno e solo nella loro totalità: non è possibile, infatti, eseguire solo parte delle prestazioni previste dal pacchetto prescelto.

Le prestazioni incluse in ciascuno di essi, sono eseguibili solo presso Strutture Sanitarie convenzionate in forma diretta con la società IWS SpA, alla quale il Fondo ha esternalizzato l’attività di convenzionamento.

L’iscritto, una volta individuata la Struttura ritenuta più idonea, può prenotare il pacchetto prescelto tra quelli indicati. Per svolgere la prevenzione, non è necessaria la prescrizione del medico; basterà semplicemente consultare l’elenco delle strutture aderenti al programma di prevenzione, individuare la struttura ritenuta più idonea prenotando successivamente la prestazione.

I pacchetti prevenzione che il Fasi attualmente mette a disposizione dei propri assistiti sono 17 (verificabili in maniera più approfondita, per le prestazioni sanitarie previste, i limiti di età, i destinatari, la ripetibilità e le strutture sanitarie che hanno aderito al Progetto, sul sito www.fasi.it):
  • Pacchetto Donna (Cancro del Collo dell’Utero, del colon retto e del seno)
  • Pacchetto Uomo (Cancro della Prostata)
  • Pacchetto Maculopatia e Glaucoma (OCT - Tomografia a Coerenza Ottica – Pachimetria Corneale – Campimetria computerizzata – Consegna del referto da parte dell’Oculista)
  • Pacchetto Cancro della Tiroide (TSH analisi cliniche – Ecografia tiroidea)
  • Pacchetto Cancro delle Cervice Uterina (Ricerca Papilloma Virus HPV – Tipizzazione HPV eventuale)
  • Pacchetto Cardiovascolare (visita cardiologica, elettrocardiogramma di base, ecografia grossi vasi (tronchi sovraortici)
  • Patologie a seguito di edentulia 
  • Carcinoma del cavo orale 
  • Prevenzione Melanoma (visita specialistica dermatologica, mappatura nevica, epiluminescenza, consegna immagini/foto esame)
  • Prevenzione Patologie Respiratorie - sindrome apnee notturne (visita specialistica pneumologica, visita specialistica otorinolaringoiatrica, poligrafia (polisonnografia senza EEG), colesterolo hdl, colesterolo ldl, colesterolo totale, trigriceridi)
  • Prevenzione Patologie Respiratorie - fumatori/ex fumatori (visita specialistica pneumologica, E.C.G. di base; ecocardiogramma M Mode 2D doppler ecolordoppler; ossimetria arteriosa, spirometria semplice, antigene carcino embrionario (CEA), emocromocitometrico, Proteina C reattiva, VES
  • Prevenzione Patologie Respiratorie - broncopneumopatia Cronico ostruttiva (BPCO) (visita specialistica pneumologica, E.C.G. di base, ossimetria arteriosa, spirometria semplice, emocromocitometrico, emogasanalisi di sangue misto venoso; Proteina C reattiva, VES)
  • Prevenzione di patologie parodontali in gravidanza (Prevenzione Odontoiatrica; Detartrasi)

PER GLI ASSISTITI PIÙ PICCOLI:

  • Prevenzione Carie bimbo (una visita con igiene preventiva, 4 sigillature dei molari/premolari (superiori e inferiori)
  • Disturbi della deglutizione bimbo (trattamento tramite dispositivi come Froggy Mouth, ciuccio-Bite e similari (non assimilabile ad alcun tipo di Bite)
  • Prevenzione patologie respiratorie in età scolare (visita specialistica pneumologica, visita specialistica otorinolaringoiatrica, poligrafia (polisonnografia senza EEG)
  • Prevenzione patologie respiratorie - Asma Bronchiale Infantile (visita specialistica pneumologica, immunoglobuline e specifiche allergologici (RAST), immunoglobuline IgE totali (PRIST), ossimetria arteriosa, spirometria con test di broncodilatazione farmacologica, prick test per inalanti ed alimenti, emocromocitometrico, Proteina C reattiva, VES

Numerose, dunque, sono le opportunità di prevenzione messe a disposizione dal Fasi che ritiene fondamentale non solo ridurre il rischio di ammalarsi ma migliorare la vita di tutti i suoi iscritti.
Archivio storico dei numeri di DIRIGENTI INDUSTRIA in pdf da scaricare, a partire da Gennaio 2013.

I più visti

Contratto Dirigenti Industria 2019-2024

Il Contratto Nazionale di Lavoro dei dirigenti industria costituisce l’impegno fra le rappresentanze dei dirigenti e quelle datoriali sulla regolamentazione e gestione del rapporto di lavoro. Un documento Confindustria-Federmanager di 63 pagine aggiornato con l'accordo del 30 luglio 2019 è riassunto di seguito per facilitarne la consultazione.
01 ottobre 2019

Rinnovo cariche sociali ALDAI – Triennio 2024-2027

Introduzione ai profili e alle modalità di votazione
15 aprile 2024

Cariche sociali e lavoro dipendente

Il tema della sovrapposizione tra cariche sociali e rapporto di lavoro subordinato è sempre attuale e di estrema rilevanza, ed è stato oggetto negli anni di approfondimenti, tesi giurisprudenziali e dottrinali altalenanti. Di seguito un articolo in materia redatto dall’Avv. Riccardo Arnò, esperto in diritto del lavoro e previdenza, sulla base di una recente pubblicazione – apparsa su una rivista specialistica – a opera di Giulia Colombo, Dottoranda di ricerca in Diritto del lavoro, Università degli Studi di Udine. Il tema sarà approfondito dall'Avv. Arnò nel corso di un webinar che si terrà mercoledì 16 novembre 2022 alle ore 18
01 ottobre 2022

Rinnovo del Consiglio Direttivo ALDAI 2024-2027

Di seguito i 67 profili dei candidati per il rinnovo del Consiglio Direttivo ALDAI per il triennio 2024-2027
02 aprile 2024

Riforma fiscale: quanto gli italiani pagano più dei francesi?

La legge delega per la riforma fiscale, approvata dal Consiglio dei Ministri il 16 marzo 2023, apre un confronto sull'equità e sulla semplificazione tributaria. Un'occasione per un confronto con le politiche tributarie di altri Paesi europei che iniziamo - in questa prima puntata - con la Francia, per rilevare che una famiglia italiana con due figli e un reddito di 100mila euro paga 26mila euro di tasse in più rispetto all'analoga famiglia francese.
01 maggio 2023