Potere e leadership: qual è la differenza?

Potere, Autorità, Leadership: cosa serve per essere un manager di valore?

Alessandra Colonna     

Bridge Partners®

Potere, Autorità e Leadership. Molto spesso usiamo questi termini come sinonimi. Ti è mai capitato?
Quanti di noi hanno chiara la differenza?

Max Weber, uno dei padri della sociologia moderna, ha tracciato una chiara distinzione tra queste tre parole apparentemente simili, ma che in realtà celano tre mondi diversi.

  1. Il Potere è ottenere obbedienza, anche contro la volontà altrui. Questo perché non esiste un rapporto autentico e paritario tra le persone, ma al contrario un’imposizione della volontà di uno sugli altri.
  2. L’Autorità è legata al consenso (o disobbedienza), al riconoscimento, con conseguente accettazione o negazione delle decisioni in quanto riconosciute come legittime o illegittime. Contrariamente al potere, c’è un dialogo tra autorità e subordinati.
  3. La Leadership ha il suo fondamento nella capacità di influenzare e farsi seguire senza imposizioni; non ha necessariamente a che fare con la gerarchia. Il leader guida ‘dal di dentro’.
Potere —> Autorità —> Leadership… cosa scegliere?

Se potere e autorità agiscono in modo verticale, nella leadership il senso di marcia è orizzontale. Per gestire le aziende in questo nostro tempo, che è un po’ senza tempo, servono persone abili, dotati di una forte e sana leadership. Il leader deve saper innovare, comunicare e motivare, tenendo presenti l’eterogeneità del suo team, e i sempre nuovi paradigmi del mercato.

Per definire la leadership in due parole diremmo potere gentile, non autoreferenziale, il cui obiettivo non è la cura esclusiva degli interessi di chi la esercita, ma il raggiungimento e la condivisione di risultati di valore.

Leadership —> Potere gentile

Essere leader significa avere potere e autorità senza esercitare la forza. Se pensi che la leadership sia una dote naturale, innata, sappi che è vero solo in parte. La leadership si impara, si allena e va aggiornata continuamente adeguandola a paradigmi che mutano nel tempo, rapidamente. In sintesi, leader consapevoli non si nasce, si diventa, e non si è mai arrivati. Da un leader ci si aspetta mente elastica, capacità di saper cogliere gli umori del business e di cavalcarlo con uno sguardo aperto. Ed ecco che la comunicazione, la negoziazione e guidare il cambiamento diventano strumenti centrali per il leader, perché sono gli strumenti che creano connessioni di valore.

Sul sito Bridge Partners® sono disponibili maggiori informazioni ed occasioni d'incontro per i manager che scelgono, giorno dopo giorno, di essere leader e non solo capi.

Notizie della settimana

Archivio storico dei numeri di DIRIGENTI INDUSTRIA in pdf da scaricare, a partire da Gennaio 2013.

I più visti

Contratti a confronto

Proseguendo nell’esercizio iniziato con il confronto tra il CCNL Nazionale Dirigenti Industria ed il contratto Fiat, proponiamo ora il confronto del testo di riferimento con il CCNL Nazionale Dirigenti Commercio.
01 gennaio 2017

Le 10 competenze più richieste

Il World Economi Forum ha indicato le dieci più importanti competenze per il lavoro nel 2020. Leggendo questa breve sintesi potrai confrontare la tua preparazione per le prospettive di lavoro.
A cura della redazione 
01 luglio 2018

Nuovo contratto Confapi-Federmanager

In anticipo rispetto alla scadenza, lo scorso 16 novembre 2016 si è raggiunto l’accordo tra le parti per il rinnovo del CCNL dei dirigenti e quadri superiori delle piccole e medie aziende produttrici di beni e servizi. La decorrenza del CCNL va dal 01.01.2017 al 31.12.2019. L’obiettivo delle Parti è stato quello di apportare quegli interventi contrattuali necessari a favorire il rilancio della competitività delle PMI attraverso l’incremento delle professionalità manageriali.

 
01 marzo 2017

Gli errori da evitare dopo l’assunzione

Tanto impegno nella ricerca di un nuovo lavoro rischia di essere vanificato da errori banali per mancanza d’esperienza. Nel seminario accessibile anche in diretta streaming, realizzato martedì 26 giugno alle 17:30, abbiamo condiviso come stabilire subito relazioni efficaci e superare il periodo di prova.
26 giugno 2018

Termine presentazione domanda Naspi a seguito di licenziamento individuale

Hot mail con il nostro esperto INPS. Sono un dirigente di 56 anni licenziato a maggio 2016 per giustificato motivo oggettivo con dispensa dal preavviso lavorato e corresponsione della relativa indennità sostitutiva di 12 mesi.
26 settembre 2016

Contratto Dirigenti in scadenza nel 2018

Il contratto Confindustria-Federmanager in vigore dal 1° gennaio 2015 scadrà il 31 dicembre 2018. I lettori che hanno ricevuto e attivato l'accesso agli articoli riservati agli associati possono scaricare di seguito il contratto in vigore per aprire un consapevole confronto per il rinnovo del contratto.

A cura della redazione Dirigenti Industria 
01 novembre 2017