Per navigare nell'Industria 4.0 ci vuole il timoniere

Lo sostengono i manager preparati a cogliere le opportunità delle tecnologie abilitanti, sviluppando nuovi modelli di business. Lo promuove ALDAI - Federmanager con iniziative di responsabile sensibilizzazione che sono diffuse dalla stampa periodica, come l'articolo intervista di Antonio Spampinato per Capital 4.0 pubblicata sul numero di febbraio-marzo del magazine.

Bruno Villani e Romano Ambrogi Foto Laila Pozzo per Capital

Chiara Tiraboschi 

Responsabile comunicazione ALDAI

Ne hanno parlato con Capital 4.0 i dirigenti di Aldai-Federmanager

«Il manager ha le competenze tecniche, gestionali e organizzative che possono rendere fattibile questo passaggio», sostiene Ambrogi. «Con il 4.0 dovrà sviluppare maggiormente le doti comunicative e relazionali, visto che la condivisione dei dati, sia all’interno sia all’esterno dell’azienda, è uno degli aspetti fondamentali del piano». Villani aggiunge che è il dirigente a conoscere il linguaggio dell’imprenditore e i processi necessari a trasferire le conoscenze necessarie al raggiungimento degli obiettivi. È lui che deve analizzare, concepire e mettere in pratica i piani di crescita. La visione strategica di lungo periodo e il problem solving sono caratteristiche essenziali del manager. «Le sedi italiane delle multinazionali e le grandi aziende sono già partite nello sviluppo dell’industria 4.0. Hanno già responsabili alla digitalizzazione, hanno risorse, hanno cultura manageriale. Il problema», insiste Villani, «nasce nelle pmi. Noi ci stiamo battendo per cambiare questa mentalità e riteniamo che l’innesto di manager sia la premessa necessaria anché il processo di digitalizzazione abbia successo. Non è facile ma le aziende italiane hanno sempre dato prova di grande reattività nei momenti critici».
L'articolo intervista di Antonio Spampinato è pubblicato su Capital 4.0 ed è leggibile anche su Quattropuntozero.info, il primo sito specializzato per comprendere la rivoluzione dell’industria 4.0. È l'iniziativa che Class Editori dedica a questo tema: un sito che riunisce gli articoli di MF/Milano Finanza, Capital e ItaliaOggi e le trasmissioni del canale tv Class Cnbc (507 si Sky) dedicate alla quarta rivoluzione industriale, ai suoi effetti, alle tecnologie che ne fanno parte, ai vantaggi, alle sfide e ai veri protagonisti, siano essi imprenditori, manager, innovatori o politici.
Competenze e comunicazione: leve determinanti per lo sviluppo Industry 4.0

Notizie della settimana

Archivio storico dei numeri di DIRIGENTI INDUSTRIA in pdf da scaricare, a partire da Gennaio 2013.

I più visti

Contratto Dirigenti Industria 2019-2023

Il Contratto Nazionale di Lavoro dei dirigenti industria costituisce l’impegno fra le rappresentanze dei dirigenti e quelle datoriali sulla regolamentazione e gestione del rapporto di lavoro. Un documento Confindustria-Federmanager di 63 pagine aggiornato con l'accordo del 30 luglio 2019 è riassunto di seguito per facilitarne la consultazione.
01 ottobre 2019

Videoconferenza ZOOM

Le restrizioni agli incontri per evitare il contagio coronavirus impongono soluzioni alternative per evitare la paralisi delle attività. È l'occasione per scoprire le soluzioni Smart Working: per lavorare in team, realizzare riunioni, partecipare ai seminari, sempre a distanza. Sono numerose e gratuite le soluzioni per videoconferenza, dalle più diffuse come Skype alle più professionali come ZOOM che ALDAI-Federmanager utilizza da due anni per favorire la partecipazione gratuita agli incontri milanesi senza muovere un passo.
A cura della redazione 
01 aprile 2020

Rinnovo cariche sociali ALDAI – Triennio 2021-2023

Introduzione ai profili ed alle modalità di votazione.
A cura del Comitato Elettorale 
13 aprile 2021

Rinnovo del Consiglio Direttivo ALDAI 2021

Di seguito i 78 profili dei candidati per il rinnovo del Consiglio Direttivo ALDAI per il triennio 2021-2023
03 aprile 2021

Un Paese più illuminato

Nonostante l'emergenza Covid la Lombardia non ha mai smesso di essere la regione con i migliori risultati, l'unica in grado di competere con le altre principali aree industriali europee. Un patrimonio e un modello economico italiano ed europeo da salvaguardare e sostenere con risorse Next Generation EU
01 febbraio 2021