Stefano Cuzzilla

Stefano Cuzzilla

Presidente  Federmanager, 4.MANAGER, Manager Care e dell’Assemblea FASI. Nato a Roma 1965 mi sono laureato in Giurisprudenza e in Economia Aziendale e da novembre 2018 sono dirigente ENAV.

Ho collaborato: con l’Università Campus Bio Medico di Roma (UCBM) al Master di I° Livello in “Imprenditorialità in Sanità”; con l’Università LIUC al Corso di Alta Formazione Universitaria sul tema “Istituzioni e Gestione delle Forme di Assistenza sanitaria pubblica e integrativa”; con l’Università LUISS Guido Carli in qualità di membro del comitato scientifico e docente, del Corso di Formazione “Management dei Fondi sanitari integrativi” e al Corso di perfezionamento “Organizzazione e management del welfare integrativo: fondi pensione e fondi sanitari”.

Dal 2008 al 2010 sono stato docente in “Sicurezza stradale e Gestione delle infrastrutture” per l’ISTIEE-Istituto per lo Studio dei Trasporti nell’Integrazione Economica Europea dell’Università degli Studi di Trieste.

Autore del saggio sul tema “Per una maggiore apertura delle imprese alla concorrenza : il ruolo di un management moderno e innovativo”. pubblicato nel libro “Meno Stato più società” a cura di Lamberto Dini e Antonio Marzano, edito da Periscopio delle idee, 2016.

Sono consigliere di Amministrazione di VISES la Onlus che sostiene azioni di volontariato specialmente nei Paesi in via di sviluppo.

Sono componente dell’Executive Sono iscritto all’Ordine Professionale dei Giornalisti del Lazio, albo pubblicisti.

Ho ricevuto il premio “100 Eccellenze Italiane”, in qualità di Presidente Federmanager, il premio Confapi, in qualità di Presidente Federmanager, il premio IBDO Foundation AWARD, in qualità di Presidente Federmanager e il premio “Legalità 2017” conferito della Fondazione Italiana per la Legalità e lo Sviluppo.

Ho ricevuto il conferimento dell’onorificenza di Commendatore dell’Ordine “Al merito della Repubblica Italiana”.

È il momento del coraggio

Il 2° Rapporto Osservatorio 4.Manager: “Capitale manageriale e strumenti per lo sviluppo” presenta uno scenario in rapida evoluzione; un contesto di rinascimento globale che richiede un impegno straordinario nella collaborazione tra mondo della politica, dell’impresa e del management. Leggi »

Abbiamo rinnovato il CCNL dei manager

Abbiamo firmato il nuovo Ccnl dei manager industriali a fine luglio, dopo mesi di intensa trattativa tra le delegazioni di Federmanager e di Confindustria. È un rinnovo soddisfacente sia per il merito degli interventi sia per lo spirito che li supporta: per entrambi gli interlocutori è infatti diventato urgente introdurre strumenti che rafforzino la competitività dell’impresa, a partire proprio dalla diffusione di pensiero manageriale. Leggi »

Con la cultura si mangia eccome

L’industria della cultura è un incredibile volano di sviluppo per l’economia italiana. Oltre 400mila imprese da gestire con efficienza: il metodo e le competenze manageriali sono prerequisito per qualsiasi incarico di direzione artistica. Leggi »

Federmanager al MISE per innovare

Il dialogo delle Istituzioni con le parti sociali ha avuto l'obiettivo di rispondere alle specifiche esigenze dell'industria manifatturiera, seconda in Europa solo alla Germania. Di seguito il comunicato Federmanager. Leggi »

Maturità Digitale

Dobbiamo reimpostare il sistema dell’istruzione se vogliamo garantirci un avanzamento sociale ed economico. Le competenze si acquisiscono con lo studio e si sviluppano con l’esperienza. In cent'anni il mondo è cambiato completamente e i giovani hanno bisogno di prepararsi al nuovo contesto. Leggi »

Merito e Intelligenza Collettiva

Il convegno ALDAI-Federmanager del 14 giugno 2019 è stato, nell’attuale contesto, un momento di confronto importante per i colleghi e il paese che guardano con speranza al soggetto sociale impegnato a creare lavoro e progresso a beneficio di tutti. Leggi »

Politiche Industriali per il futuro del Paese

L’Assemblea Federmanager del 10 maggio 2019 ha posto la priorità e l'urgenza delle infrastrutture per la competitività del sistema paese, primo passo per creare le condizioni di attrattività e sostenibilità per le Politiche Industriali del secondo
polo manifatturiero europeo.
Opera è una parola poliedrica e la utilizziamo per l’arte, la musica, l’ingegno, l’artigianato, la manifattura e il genio di Leonardo, di cui ricorrono i 500 anni dalla scomparsa. La sua capacità di invenzione e sperimentazione ha aperto le porte a un rinascimento industriale di cui siamo stati il fulcro e oggi forse lo sono la Silicon Valley, Singapore o Shenzhen. Leggi »

Accountability

Rivolto alle donne e agli uomini di talento, il progetto “Governance2020” è ai nastri di partenza. Un’iniziativa concreta per mettere le competenze manageriali al servizio del Paese. Leggi »

Prima di tutto la salute

Una nuova cultura della medicina mirata, basata su appropriatezza delle prestazioni e personalizzazione della cura. Ecco le sfide per il sistema sanitario italiano in cui pubblico e privato devono lavorare in sinergia. Leggi »

Grandi manovre a Cernobbio

La presenza di Federmanager a questa 44esima edizione che si è tenuta a inizio settembre è il segnale che la nostra rappresentanza è riconosciuta nei consessi più esclusivi. Leggi »

Un pizzico di serietà

L’Italia non riparte se non riparte l’occupazione. Per questo, il disegno del futuro Esecutivo deve includere la riduzione del cuneo fiscale, un sistema efficiente di politiche attive e un collegamento reale tra mondo dell’istruzione e mondo dell’impresa. Meno incentivi spot e più misure di sistema. Leggi »

#ASSISE2018, manager presenti

La parola manager è stata pronunciata più volte alle recenti Assise generali di Confindustria. Rieccheggiava nei corridoi, sui tavoli di lavoro, in modo significativo rispetto al passato. Leggi »

La formazione è un tema politico

La maggioranza dei nostri figli si troverà a svolgere un lavoro di cui noi oggi ignoriamo perfino l’esistenza.
È nostra responsabilità innovare il modello formativo per assicurare un futuro alle nuove generazioni. Leggi »

Leader di oggi e di domani

Nel 2017 abbiamo attraversato una strada non facile per sostenere lavoro, occupazione, welfare e crescita economica attraverso un piano di attività rivolto a tutti i colleghi e alle loro famiglie. Nonostante il percorso accidentato, abbiamo messo a segno risultati importanti e continueremo con maggiore determinazione nel 2018, quando cambieranno molti equilibri in Italia. Leggi »

Al lancio di una monetina

Le sorti del Paese non possono essere affidate ad una monetina. C'è bisogno di maggiore managerialità e dialogo per ricostruire, giorno per giorno, la fiducia nel Paese. Leggi »

Bilancio Sociale Federmanager 2016

Arrivato alla sua dodicesima edizione, il Bilancio Sociale 2016 si pone come testimonianza dell’impegno Federmanager nel voler fornire una panoramica d’insieme sulle attività dell’anno, ma soprattutto a comunicare la vision che guida tanto le scelte di spesa quanto quelle di contenuto.

 
Leggi »

Continuità ILVA nel rispetto dei rapporti di lavoro

Federmanager condivide pienamente la ferma posizione assunta oggi dal governo nei confronti di AM InvestCo. Per il management di ILVA la continuità del rapporto di lavoro significa garanzia di tutela per tutti gli aspetti, legali e contrattuali, che la cessione dell’azienda comporta.

 
Leggi »

Assemblea Federmanager 2017 - Prolusione del Presidente Stefano Cuzzilla

Il pomeriggio di venerdì 26 maggio, Federmanager ha vissuto il suo appuntamento annuale più significativo. Nell’esprimere la piena soddisfazione per il senso di appartenenza alla nostra categoria e per l’autorevolezza degli interventi che hanno caratterizzato l’Assemblea Federmanager, confido che il Paese sappia cogliere il messaggio di speranza del management industriale.

 
Leggi »

Un nuovo ordine globale

Si delineano nuovi assetti che rappresentano al tempo stesso minacce e grandi opportunità. Per evitare l'emarginazione, dobbiamo puntare su pochi e chiari interventi strategici che abbraccino una prospettiva temporale più ampia di quella delle recenti legislature.

 
Leggi »

Un secondo pilastro per la sanità

Federmanager è stata una delle prime organizzazioni a sostenere la validità di interventi di welfare integrativo, sia contrattuali sia aziendali, che introducano forme di supporto e di integrazione al sistema sanitario pubblico. La nostra Commissione Sanità, avvalendosi del contributo di manager ed esperti del settore, è stata istituita proprio con l’intento di trovare soluzioni innovative capaci di anticipare le sfide che il sistema sanitario italiano dovrà affrontare negli anni a venire.

 
Leggi »

Manager cittadini d’Europa

Il futuro dei manager è sempre più internazionale e per competere a livello globale è preferibile essere Europei oltre che Italiani. Quale credibilità avrebbe un’industria italiana isolata? Qualunque saranno le decisioni sull’assetto dell’Unione Europea continueranno ad impegnarci professionalmente per il Paese, confidando nella lungimiranza delle scelte politiche.

 
Leggi »

Il welfare si sostiene con l'occupazione

Mercato del lavoro e questione previdenziale stanno insieme. In questi giorni abbiamo letto sui giornali titoli roboanti che denunciavano i conti in rosso dell’Inps, a seguito della pubblicazione del rapporto curato dalla Corte dei Conti sul bilancio 2015 dell’istituto.
A parte le sintesi allarmistiche della stampa, c’è un aspetto tendenziale da tenere in assoluta considerazione: le entrate contributive sono cresciute in misura inferiore all’incremento della spesa pensionistica. Lo slittamento, nelle previsioni della Corte, è ancora più consistente nel 2016. La verità è che il mercato del lavoro, oggi estremamente flessibile, caratterizzato da forti discontinuità e da ingressi tardivi, non sostiene da solo le uscite previdenziali.

 
Leggi »

Tempi di bilancio

Questo è il tempo dell’incertezza. Il paradigma della crisi globale sta passando il testimone a un erede altrettanto pericoloso. Assistiamo con relativa passività alla rinascita dei populismi e indietreggiamo di fronte al dilemma austerity versus politiche espansive. Assillano gli interrogativi sul futuro dell’Europa, l’instabilità dei mercati, e sulla governance mondiale con i Grandi che tra pochi mesi arriveranno a Taormina. Leggi »

Obbligati a crescere, ma come?

Servono nuove politiche per la crescita, in particolare nell’Eurozona. Su questo è difficile trovare opinioni contrarie. Ma da qui a fine novembre, quando il Parlamento dovrà licenziare la Legge di Bilancio, la vera discussione è sul come intervenire. Leggi »

Uscire dalle imprese e parlare alla società

All’interno delle nostre Commissioni dedicate alle Politiche Industriali abbiamo individuato le linee di intervento prioritarie per l’industria italiana. Il primo passo che possiamo compiere, con metodo manageriale, è concentrarci infatti sugli interventi immediati ma senza perdere di vista l’orizzonte di lungo periodo. Leggi »

Lombardia fra i quattro motori d’Europa

La Lombardia con un valore aggiunto manifatturiero del 19,5% del totale regionale, il Baden-Württemberg (32,8%), la Catalogna (17,1%) e la regione Rhône-Alpes (15,4%) generano insieme l’8,6 % del PIL dei 28 Paesi dell’Unione Europea. La Lombardia da sola genera il 2,5% del PIL dei 28 Paesi e per crescere dobbiamo confrontarci con gli altri motori europei. Leggi »
Archivio storico dei numeri di DIRIGENTI INDUSTRIA in pdf da scaricare, a partire da Gennaio 2013.